CONCORSO PER RACCONTI DEDICATO A PIERPAOLO FADDA “FIGLI DEGLI ANNI ‘80” – PRIMA EDIZIONE

promosso dall’associazione culturale “Cultura al Femminile”

in collaborazione con “Gli scrittori della porta accanto”

Gli anni ’80!

Coloro che erano già adulti che hanno vissuto l’evoluzione seguente al ’68, dall’omicidio di Aldo Moro fino alla gestione politica che ha portato, nel decennio successivo, a “Mani pulite”; coloro che erano ragazzi hanno sognato l’America e danzato al ritmo di musiche indimenticabili; coloro che erano bambini hanno conosciuto i manga, i genitori non ansiosi, la magia che ti fa diventare ciò che meriti. E chi non era ancora nato?  Anche chi è molto giovane può rapportarsi agli anni ’80 tramite i propri genitori e insegnanti, i loro ricordi, e l’educazione impartita.

Vi invitiamo a scrivere un racconto a tema (un racconto di memoria ironico o nostalgico; un racconto sullo sfondo di vicende politiche o di cronaca; un racconto sull’evoluzione della condizione femminile e sulla parità di genere; un racconto ritmato da una specifica canzone…) nel genere preferito (che spazia dalla biografia, al memoir, al giallo, all’epistola…) e a partecipare al nostro concorso.

L’opera prima classificata avrà come premio un soggiorno di due notti e una cena, per due persone, presso la città di Alghero, sede della associazione e della premiazione.

I primi 15 testi classificati saranno pubblicato in un’antologia acquistabile anche su store online edita da GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO.

I RICAVATI DELLA VENDITA DELL’ANTOLOGIA SARANNO DEVOLUTI ALL’AIL

Leggete il regolamento a seguire.

La giuria

Presidente Pier Bruno Cosso, nato a Sassari nel 1956, scrive da sempre, per se stesso, ma è uscito a fatica dal suo guscio silenzioso con tre libri: “Il giorno della tartaruga” (2013), “Dannato Cuore” (2015) entrambi Parallelo45, e “Fotogrammi slegati” (2018) Il Seme Bianco – Castelvecchi.
Ha partecipato con racconti a tre antologie con altri autori: “Carne e spirito – Le donne di oggi si raccontano” (2016) Echos Edizioni – Cultura al Femminile; “Poesie e racconti di Solidarietà” (2016) Associazione Cultura e Solidarietà ANTEAS Medio Campidano; e “Sardi per Sempre” (2018) Edizioni della Sera.
Alcuni suoi racconti sono stati premiati o segnalati in diversi concorsi nazionali: Nuova Scrittura Attiva 2014 Tricarico (MT); Premio Culturale Nazionale “Sant’Ambrogio” 2015 Milano; selezionato nel III Concorso Letterario Città di Como 2016.
Recensore nella redazione di Cultura al Femminile, collabora con diverse pagine Facebook di letteratura e per riviste della sua città.

Emma Fenu, sarda e residente a Copenhagen, è studiosa di Storia delle Donne, di Letteratura e di Iconografia di genere, insegna scrittura creativa e scrittura emotiva; organizza eventi culturali in tutta Italia e non solo; presiede “Cultura al Femminile”, associazione culturale con rispettivo portale web e pagina Facebook; collabora con vari magazine; è attiva contro la violenza di genere. Ha pubblicato “Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità”; “Le dee del miele”; Nero e rosso di donna. L’ambiguità della femminilità”; “Il segreto delle principesse”; “E’ da una fiaba che tutti arriviamo”, tutto con Milena Edizioni. Ha partecipato come curatrice, concorrente o giurata per varie antologie letterarie.

Franca Adelaide, nata a Caltanissetta, insegna Italiano e Latino nel liceo scientifico della sua città. Ha pubblicato una silloge di racconti, “Elissa e altri racconti” e un romanzo, “Myia e la storia delle storie” .Scrive dall’età di sedici anni, è recensora per “Cultura al Femminile” e ha partecipato a varie antologie.

Piera Nascimbene, nata a Novara dove abita. Ha insegnato nella scuola elementare per quasi quarant’anni e ora è felicemente in pensione. Legge molto, recensisce per “Cultura al Femminile” e  per vari blog, segue alcuni corsi all’università per la terza età.

Maria Lucia Ferlisi, nata a Marsala, si è trasferita a Mantova nel 1973. Laureata in Scienze della Comunicazione, lavora presso Comune di Mantova. Ha un blog, “La lettrice di carta”, e ed recensora per “Cultura al Femminile”. Ha pubblicato “Un leggero caldo vento di scirocco (Leucotea, 2015)” e “Amara Libertà” (Augh! Edizioni, 2018).

Altea Alaryssa Gardini, vive a Ravenna ed è laureata in Archeologia classica. Amante del Fantasy e di tutto ciò che riguarda la storia antica, collabora come recensora per “Cultura al Femminile” e “Oubliette Magazine” e scrive racconti per diletto.

Marika Carolla, nata a Benevento nel 1995, è laureanda in Lettere Moderne presso la Federico II di Napoli e da settembre è studentessa di regia e sceneggiatura per la Roma Film Academy. Ha pubblicato nel 2016 la sua prima silloge poetica “Nugae”, ha partecipato a varie antologie e collabora con “Cultura al Femminile” e “Rosso  Porpora”.

Lina Mazzotti, ha sempre lavorato a stretto contatto con bambini, anziani e disabili nell’ambito dell’insegnamento ma anche nel campo sanitario e sociale. Appassionata lettrice, ha partecipato con poesie a molte antologie, in riviste letterarie online e blog e a concorsi nazionali e internazionali. Recensora nella redazione di Cultura al Femminile, collabora con diverse pagine Facebook di letteratura e poesia.

Paola Crovi Costa, nata a Milano nel 1953, scrittrice, ha studiato Storia e Filosofia, ha collaborato con l’Istituto dei Ciechi di Milano per il sostegno educativo di minori non vedenti, partecipa alle attività dell’Associazione “VerdiNavigli”, sostiene il Comitato per il restauro degli Affreschi di Francesco Hayez (Cascina Monterobbio Milano) e fa parte dei lettori della Giuria Premio Letterario Edoardo Kihlgren.

Alessandra Carnovale, nata a Roma, poetessa, ha approfondito la conoscenza della lingua e, in parte, della letteratura tedesca, ha frequentato un gruppo di danze popolari greche e acquisito le basi del neogreco, e si è dedicata alla modellazione della ceramica, partecipando con le sue opere a mostre e concorsi. Attualmente cura la rubrica “InSistenze” per la rivista contaminata di arte e letteratura “Diwali”, è co-responsabile del laboratorio di poesia “Martedì(Di)Versi” per il circolo letterario “Bel Ami” e partecipa a reading e ad altre iniziative culturali.

Sonia Morganti, nata in provincia di Latina nel 1978 e abita nella Roma. Lettrice attenta e appassionata, ha pubblicato tre romanzi e un quarto è in uscita, cura un blog e una pagina Facebook a suo nome.

Tommasina Soraci, docente di materie letterarie nelle scuole superiori, ora in pensione. Ha tradotto dal francese e curato due volumi di Rene’ Schneider,  Ha pubblicato quattro saggi su donne del passato e un racconto lungo, ha recensito, presentato e scritto prefazioni a diversi volumi, alcune pubblicate sulla rivista “NOI DONNE”.

Elenia Stefani, nata nel 1990 a Valdobbiadene (Tv), si è diplomata al Liceo Socio-psico-pedagogico e oggi abita a Brescia. Cresciuta in mezzo all’arte, ha amato la lettura fin da piccola; ha pubblicato una raccolta di pensieri e poesie e recensisce libri collaborando con varie case editrici.

Regolamento

Art.1 Finalità

Concorso per racconti Pierpaolo Fadda – “Figli degli anni ’80: il decennio che ha generato il Millennio” – I Edizione.

Il concorso è un  progetto ideato dall’associazione culturale “Cultura al Femminile” che promuove la diffusione della cultura e della letteratura, la partecipazione di autori e di lettori, la valorizzazione di nuovi talenti e il confronto intellettuale.

I partecipanti sono invitati a scrivere un componimento in prosa che racconti, tramite il genere letterario preferito (che spazia dalla biografia, al memoir, al giallo, all’epistola…), un periodo storico di grande importanza per l’Italia e per il mondo, a cui tutti siamo, se pur in forme diverse a seconda dell’età, legati.

La lunghezza dei racconti non deve superare le 4 cartelle (7200 caratteri spazi inclusi), pena eliminazione.

I primi 15 testi classificati saranno pubblicato in un’antologia acquistabile anche su store online edita da GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO.

I RICAVATI DELLA VENDITA DELL’ANTOLOGIA SARANNO DEVOLUTI ALL’AIL

Art.2 Linee guida

• Evidenziare punti di vista e prospettive che vanno dalla nostalgia, alla denuncia sociale, alla consapevolezza della evoluzione storica, alla riflessione a posteriori.
• Cimentarsi in un racconto in lingua italiana, nel genere a scelta dal partecipante, curando forma e contenuto e veicolando  un messaggio sociale e culturale.

Art.3 Partecipanti ammessi

Il concorso è rivolto ai maggiori di 18 anni, italiani e stranieri.

Art.4 Modalità di partecipazione

I racconti dovranno essere inediti e liberi da vincoli editoriali.

Gli elaborati dovranno essere inviati entro il 15 maggio 2019, previo pagamento della quota di 15 euro per i non soci o di 10 euro per i soci tramite bonifico effettuato al conto corrente intestato a “Cultura al Femminile”.

Cod. IBAN : IT67G0335967684510700309746

causale: quota concorso di (riportare nome e cognome)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *