“SA DIE DE SA SARDIGNA” CON IL CIRCOLO “PEPPINO MEREU DI SIENA E LA LECTIO MAGISTRALIS DI SIMONE PISANO

di DAVIDE MOCCI

Il circolo Peppino Mereu di Siena ha degnamente celebrato la ricorrenza de “Sa die de sa Sardigna” con una lectio magistralis – tenuta dal professor Simone Pisano – dal titolo “I poeti del triennio rivoluzionario sardo. Alcune riflessioni”.

La lectio è stata gentilmente ospitata dalla libreria Beccarelli, e ha visto una bella partecipazione di pubblico sardo e non.

Il contributo del professor Pisano ci ha permesso di ripercorrere il clima e il fervore di quegli anni, premettendoci di osservarlo dal punto di vista di due figure cruciali del periodo rivoluzionario come il Mannu, l’autore de “Su patriotu sardu a sos feudatarios”, e il Pintor Sirigu.

Abbiamo potuto quindi apprezzare in quale contesto culturale e intellettuale si sia provato questo assalto alle istituzioni sabaude, che fino ad oggi rimane il momento più alto nella storia delle ribellioni del popolo sardo, culminato con la proverbiale cacciata dei piemontesi da Cagliari.

Un contesto che, da come si è potuto evincere dalle produzioni letterarie del tempo, in piena “italianizzazione” della burocrazia del regno di Sardegna, ha cercato di dare una legittimità artistica e letteraria al sardo e alle varietà locali della Sardegna; grazie anche agli influssi del pensiero illuminista proveniente dall’Europa e alla gemmazione di un sentimento nazionale soffocato sul nascere.

Molti gli interventi che hanno reso ancora più interessante la serata vista la disponibilità del professor Pisano di interagire e “pizzicare” le corde patriottiche dei presenti.

Il circolo ringrazia Simone Pisano per averci illuminato e resi partecipi di un pezzo della nostra storia così fondamentale e cruciale nella narrazione del nostro essere Sardi; ringrazia la libreria Beccarelli per la disponibilità dei suoi locali e ovviamente ringrazia tutti i presenti che hanno seguito con interesse e partecipazione la conferenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *