UN PUNTO PREZIOSO PER IL CAGLIARI SUL CAMPO DEL TORINO DOPO UN’INTENSA BATTAGLIA SPORTIVA: E’ 1-1

ph: Leonardo Pavoletti è arrivato al suo 12esimo gol in campionato

Il Cagliari esce indenne dal campo del Torino: 1-1, ed è un pareggio preziosissimo, conquistato in una partita durissima, più combattuta che giocata. Tre espulsi e ben sette ammoniti, a testimonianza di una serie di scontri fisici, ruvidi e spigolosi. Il risultato è tutto sommato giusto, ma le occasioni più favorevoli sono state a favore dei rossoblù, ben sistemati sul campo e sempre pronti a ripartire con pericolosità. Una prova di carattere e personalità da parte del Cagliari, che ha saputo duellare ad armi pari sul piano fisico e tecnico contro la squadra granata. Un punto prezioso, fortemente voluto, che avvicina i rossoblù alla salvezza.

Rolando Maran sceglie Klavan per sostituire lo squalificato Ceppitelli. Il giocatore estone fa coppia con Fabio Pisacane al centro della difesa. A destra, torna dall’inizio Simone Padoin.

Inizio arrembante di entrambe le squadre, che restano corte e si annullano col pressing alto. Due ammoniti nei primi due minuti, uno per parte, Barella e Rincon. Al 6’ cross di Pellegrini, testa di Joao Pedro, palla alta. Il Torino risponde con una botta sul primo palo di Ansaldi, respinta da Cragno, poi con un’altra conclusione di Baselli che il portiere rossoblù devia in angolo.

Ma è il Cagliari ad andare vicino al gol: sinistro di Ionita da fuori area, il pallone colpisce la parte alta della traversa. Al 24’ tiro di Rincon da buona posizione, sul fondo. Al 37’ episodio dubbio in area rossoblù: contatto Pellegrini-Izzo, il granata finisce addosso a Klavan, per l’arbitro Irrati è tutto regolare.

Al 40’ primo cambio nel Torino: Aina per De Silvestri, infortunatosi in uno scontro aereo con Klavan.

Dopo 3’ di recupero, l’arbitro Irrati fischia la fine di un primo tempo denso di contatti spigolosi e con ben cinque ammoniti: oltre a Barella e a Rincon, anche Berenguer, Faragò e Padoin.

Ripresa giocata su ritmi ancora alti. Al 47’ punizione di Berenguer, colpo di testa di Meite, Cragno si tuffa e devia in angolo.

Al 52’ il Torino si porta in vantaggio: punizione di Berenguer, raccoglie Izzo dalla parte opposta, cross basso, Zaza all’altezza dell’area piccola devia in rete.

Maran al 66’ accentua la potenza fisica dell’attacco, inserendo Cerri al posto di Joao Pedro. Il nuovo entrato si fa subito vedere con un colpo di testa che finisce alto.

Al 70’ tiro a giro di Berenguer, blocca sicuro Cragno. Al 71’ scende Faragò, cross sul secondo palo, Pavoletti schiaccia, ma trova Sirigu, che recupera la posizione dopo essere stato scavalcato dalla traiettoria.

Un cambio per parte al 73’: Parigini per Berenguer nel Torino e Birsa per Ionita nel Cagliari. Un minuto dopo granata in dieci: rosso diretto per Zaza, reo di una protesta plateale verso l’arbitro Irrati.

Al 75’ il Cagliari pareggia: palla ceduta all’indietro per Cigarini che pennella un cross preciso per Pavoletti, puntuale la deviazione di testa che finisce nell’angolo alla sinistra di Sirigu. L’arbitro Irrati in un primo tempo annulla, poi richiamato dal VAR convalida giustamente: Izzo teneva in gioco il centravanti rossoblù. Sulle ali dell’entusiasmo il Cagliari insiste: tiro di Birsa da fuori area, pallone che lambisce il palo sinistro della porta di Sirigu.

All’82’ situazione numerica ristabilita: Pellegrini già ammonito, rimedia il secondo giallo per una entrata energica su Aina. Maran manda subito dentro Lykogiannis al posto di Pavoletti.

All’88’ Cigarini raccoglie una respinta della difesa granata su angolo di Birsa, destro teso, Sirigu manda in angolo. Nuovo cambio nel Torino: Damascan per Rincon.

L’arbitro decreta 7 minuti di recupero. Al 94’, Faragò mette in area un pallone interessantissimo, sul quale si getta Cerri in spaccata, ma l’attaccante rossoblù arriva con un attimo di ritardo.

Emozioni negli ultimi 120 secondi: Barella, già ammonito, prende il secondo giallo per un’entrata su Parigini. La susseguente punizione, di Baselli, chiama Cragno alla grande parata in angolo. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, ci prova ancora Baselli, il portiere rossoblù è attento.

La battaglia sportiva si conclude in parità: il Cagliari allunga la serie positiva (una sola sconfitta nelle ultime cinque partite) e arriva a 37 punti. Sabato arriva alla Sardegna Arena il Frosinone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *