PARLARE DI GIUSEPPE DESSI’ A FIRENZE CON L’A.C.S.I.T.: IL FESTIVAL DELLA LETTERATURA SARDA CON NICOLA TURI

di ANGELINO MEREU

Si è tenuta il 24 Novembre al Borghese Palace Art Florence Hotel di Firenze una iniziativa organizzata dall’ACSIT nell’ambito del Festival della Letteratura Sarda, promosso dai circoli dei sardi di Firenze e Siena. L’incontro ha visto la partecipazione del Dott. Nicola Turi, del Dipartimento di Lingue, Letterature e Studi Interculturali dell’Università di Firenze, che ha parlato di Giuseppe Dessì e del libro “Nascita di un uomo e altri racconti”, edito nel 2015 dalla casa editrice ILISSO di Nuoro. Il Dott. Turi, già in passato, ha dedicati studi particolari all’opera di Giuseppe Dessì sul quale, per la casa editrice “Firenze University Press” nel 2014 ha pubblicato “Storia e genesi dell’opera”, con una bibliografia completa degli scritti di e su Dessì, mentre, per la casa editrice ILISSO, oltre a Nascita di un uomo e altri racconti (2015), ha curato l’edizione dei volumi Eleonora d’Arborea (2010), La trincea e altri scritti per la scena (2012). La presentazione, introdotta da Maurizio Filippini che ha fatto gli onori di casa per il Borghese Palace Art Florence Hotel, è stata preceduta dall’intervento del Presidente ACSIT Angelino Mereu che ha inquadrato la figura di Dessì nell’ambito del periodo storico che l’ha visto come protagonista della letteratura contemporanea, e che ha illustrato compiti e finalità dell’ACSIT nell’ambito della diffusione della cultura della Sardegna. Il pubblico ha seguito con attenzione le parole di Nicola Turi che, da profondo studioso di Dessì, ha saputo presentare lo scrittore e la sua opera in termini semplici e chiari, da tutti apprezzati. Nascita di un uomo e altri racconti, un volume composto da undici racconti, tra i quali un inedito, e uno scritto di natura saggistica, è costituito da racconti brevi che vanno dall’età giovanile a quella dei suoi primi romanzi. Quasi un viaggio che ripercorre l’attività letteraria di Dessì. Turi ha spiegato come i racconti trattino temi importanti tra i quali moralità e senso di responsabilità come nell’omonimo racconto della raccolta, il senso di solidarietà e la ricerca della giustizia sociale come nel Pianto di bimba, i sentimenti di amicizia: tutti temi che poi, sviluppati ed estesi, si ritrovano nei romanzi di Dessì, da San Silvano a Paese d’ombre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *