IDEAS ARRIVE HERE! LO SLOGAN DELLA FIERA DEL TURISMO DI LONDRA CON LA PRESENZA DELLA SARDEGNA

“Cultura, attività all’aria aperta, tradizioni e sapori: la Sardegna alla WTM di Londra ha puntato sul turismo esperienziale per affiancare e completare l’offerta su ambiente e paesaggio. ‘Ideasarrivehere’, le idee arrivano qui, dice il claim dell’edizione di quest’anno della fiera: grazie alla presenza degli operatori turistici sardi e dell’Assessorato del turismo, sono tante le idee di viaggio che l’isola ha proposto a Londra”. Lo dice l’assessora Barbara Argiolas dalla capitale britannica, dove si è svolta la 18ma edizione del World Travel Market, uno dei principali eventi mondiali dell’industria turistica. La manifestazione, spiega Argiolas, si è svolta nel complesso fieristico Excel London, sulle rive del Tamigi, e “ha radunato anche quest’anno oltre 5mila espositori da 38 settori dell’industria turistica, ai quali si sono aggiunti più di 11mila professionisti e addetti ai lavori accreditati e circa 50mila visitatori, per un giro d’affari di circa 3,5 miliardi di euro. Abbiamo presentato – spiega la titolare del Turismo – gli importanti progetti che stiamo realizzando, in collaborazione con enti locali e imprese, porti e aeroporti, per la nascente Rete escursionistica della Sardegna, le ciclovie, quelli sul turismo culturale e archeologico, i Giardini storici, i borghi, i cammini minerari e gli itinerari religiosi, i percorsi enogastronomici nei territori: il mare resta centrale nella nostra offerta turistica ma è sempre più fondamentale che al balneare si affianchino e consolidino altri segmenti capaci di diventare attrattori di vacanza”.
L’Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio era presente con uno stand di 203 mq nel padiglione Europe, all’interno del quale erano presenti in qualità di co-espositori 30 operatori dell’offerta turistica isolana, appartenenti alle seguenti categorie: strutture ricettive, agenzie di viaggio, tour operator incoming, catene alberghiere, gestioni alberghiere, consorzi e reti d’imprese turistici, bus operator. “WTM – dice Barbara Argiolas – ha l’obiettivo di facilitare l’incontro tra operatori specializzati e visitatori del mercato turistico internazionale. Per la Regione è stata dunque un’occasione di primaria importanza per dare ai nostri operatori turistici la possibilità di realizzare incontri, prendere accordi con i buyers internazionali e farsi conoscere dai principali player mondiali”. Nello stand della Sardegna inoltre era a disposizione dei visitatori una postazione multimediale con touch screen grazie alla quale, per mezzo di rilievi aerei e modelli 3D ad altissima definizione, era possibile fare un tour aereo virtuale di diversi territori dell’isola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *