DALLA SARDEGNA PER GUARDARE LONTANO: IL LIBRO “UN BATTITO D’ALI” DI ROBERTA GATTO

di CRISTIANA MAMELI

Nel difficile mondo dell’editoria c’è un settore che non conosce crisi, quello che si rivolge ai più giovani, la narrativa per i cosiddetti young adults. Si tratta di una letteratura fatta di ingredienti semplici, che predilige personaggi della stessa età del pubblico a cui si rivolge ed intrecci in cui la sfera sentimentale ha un ruolo di primo piano. Con la sua opera prima, Un battito d’ali, edito in formato ebook da Libromania e disponibile sulle principali piattaforme di vendita online, la cagliaritana Roberta Gatto dimostra di sapersi avvalere sapientemente dei caratteri propri di tale narrativa.

La protagonista della vicenda narrata, la giovane Rain, appare combattuta e divisa nel suo amore per due ragazzi, il fratellastro Duncan e il coinquilino Evan, come molte altre eroine di carta e di successo – una su tutte, Bella di Twilight. Tuttavia in questo caso il lettore non si trova trasportato in scenari fantasy in cui tutto sembra possibile. La storia si svolge in maniera credibile nella Dublino contemporanea, e i personaggi hanno a che fare con le difficoltà della vita quotidiana: convivere con le proprie scelte e le conseguenze che ne derivano, divenire autonomi, progettare il proprio avvenire. A costituire un elemento di pregio della trama è quindi il conflitto tra passato, presente e futuro. La giovane Rain fugge da una casa in cui prevalgono rapporti disfunzionali caratterizzati da rancore e violenza, portando con sé il peso di un senso di colpa che rischia di annientarla. Eppure, nonostante ciò, a discapito di tale carico di dolore e di comprensibili fragilità – rappresentate con estrema delicatezza – la protagonista riesce a trovare un modo per andare avanti. Ed è proprio questo, in fondo, ciò che conta, soprattutto considerato che Un battito d’ali si rivolge a un pubblico di lettori alle prese con precarietà e incertezze, lettori che non faticheranno a immedesimarsi in personaggi alla ricerca di una strada da percorrere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *