NELL’ISOLA GIOVANI DEI CIRCOLI DEGLI EMIGRATI SARDI D’ARGENTINA E BRASILE PER IL “SARDINIAN SUMMER COOPERATION SCHOOL”

di MASSIMILIANO PERLATO

Si concretizzerà nel breve (dal 7 al 17 ottobre) il progetto dell’Assessorato al Lavoro della Regione Sardegna rivolto ai giovani discendenti di emigrati sardi dell’Argentina e del Brasile che giungeranno la Sardegna per partecipare all’evento “Sardinian Summer Cooperation School” in collaborazione con IPSIA Sardegna CREI ACLI. Saranno nove giovani provenienti da ogni realtà associazionistica presente nel territorio. Nella fattispecie da Buenos Aires, Tucuman, Villa Bosch, La Plata, Mar del Plata, Rosario e San Isidro per l’Argentina. San Paolo e Maringà Paranà per il Brasile.

Si attueranno delle attività di conoscenza dell’isola di discendenza coordinate dalle Associazioni di Tutela. In particolar modo sarà l’Istituto Fernando Santi a farsi carico della gestione del trasporto, della logistica  e delle visite guidate nelle realtà produttive sarde.

Si sosterranno incontri con i rappresentanti delle Istituzioni con visita al Consiglio Regionale e al Palazzo comunale di Cagliari. Visite alla Basilica di N.S. di Bonaria, all’area archeologica di Nora, alle Saline Conti Vecchi, alla realtà dei musei della città di Cagliari

Previste diverse fasi di interazione con il progetto “Sardinian Summer Cooperation School” con la partecipazione al corso di “Progettazione partecipata, creazione di reti e network internazionali per avviare programmi su tematiche legate alla formazione, alla cultura ed alla mobilità giovanile”.

Ci saranno lungo l’arco dei dieci giorni diverse testimonianze e relazioni: quella di Fabrizio Frongia, presidente di Imago Mundi Onlus sull’evoluzione della manifestazione “Monumenti Aperti: progetto culturale, modello di sviluppo”; di Lucia Cossu e Mattia Sanna Montanelli, docenti e operatori culturali; di Tiziana Sassu, agronoma di professione, narratrice di vocazione, divulgatrice per passione.

Fuori dal capoluogo si effettueranno delle escursioni ad Orgosolo con la visita alle Cortes Apertas per “Autunno in Barbagia” con l’incontro con autorità locali e la visita del paese e delle sue peculiarità;  a Masua e Santa Barbara per la conoscenza del Parco Geominerario; visita presso alcune realtà del sistema produttivo della Sardegna (Azienda Ferruccio Deiana – Cantina di Dolianova – Golden Sea – Pastificio Mura). In omaggio ai partecipanti verrà donata copia del libro “Sotto le ali del vento” e della prima raccolta “I Racconti di Monumenti Aperti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *