DOPO L’ARGENTINA, ROMA E VERONA,TOCCA A COPENAGHEN: LE INIZIATIVE DELLA FONDAZIONE MARIA CARTA SBARCANO IN DANIMARCA

Dopo la travolgente esperienza in Argentina a marzo e quelle a Roma e Verona

nel mese di giugno, proseguono le iniziative al di fuori dell’isola programmate

dalla fondazione Maria Carta nel corso di quest’anno.

Dal 14 al 17 settembre una delegazione di artisti accompagnata dal presidente

Leonardo Marras parteciperà a Copenaghen a una serie di incontri per

promuovere la musica, l’enogastronomia e la cultura sarda in Danimarca.

Artefice dell’incontro la neo costituita associazione Incantos, presieduta da

Olimpia Grussu, originaria di Mogoro, che ha curato i dettagli delle giornate a

Copenaghen.

Il prologo sabato sera, a partire dalle 19, presso il ristorante “San Giorgio,

premiato dal Gambero Rosso come migliore ristorante italiano in Danimarca,

alla presenza del titolare Achille Melis, chef di origine sarda e di Roberto Flore,

project manager del Nordic Food Lab, si parlerà delle tradizioni culinarie

dell’antica civiltà nuragica della Sardegna nell’incontro dal titolo “A tavola con

la civiltà sarda”.

Domenica 16, presso l’Istituto Italiano di Cultura di Copenaghen i suoni e le

musiche della Sardegna incontrano la città nel nome di Maria Carta. Dopo i

saluti di rito affidati al presidente Marras e ai vertici dell’Istituto, verrà

proiettato un breve filmato che ripercorre l’attività artistica di Maria Carta. A

seguire il concerto del duo Fantafolk (Andrea Pisu alle launeddas e Vanni

Masala all’organetto) e di Manuela Mameli che proporrà una serie di brani della

tradizione, alcuni di essi appositamente rivisitati per l’occasione.

Masala e Pisu sono due affermati maestri stimati per le loro capacità

virtuosistiche e la piena padronanza del repertorio popolare, ma non solo. Da

alcuni anni, infatti, portano avanti un cammino di sperimentazione che

partendo dalla tradizione si apre a diverse influenze esterne dando origine a

sonorità che attingono da altre culture musicali.

Manuela Mameli è attiva sia come vocalist in ambito jazzistico dove ha

maturato una intensa esperienza, anche di livello internazionale, sia come

interprete del repertorio tradizionale sardo, rileggendo i brani con una specifica

e personale connotazione.

Ai rappresentanti dell’ambasciata e del consolato d’Italia a Copenaghen verrà

letto il messaggio di saluto che il presidente del consiglio regionale della

Sardegna, on. Gianfranco Ganau, ha affidato a Leonardo Marras.

Al termine dell’incontro verranno offerti ai presenti alcuni dei prodotti tipici

dell’azienda agrituristica Sa Mandra di Alghero insieme ai vini della Cantina di

Santa Maria la Palma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *