DOPPIO PAVOLETTI E IL CAGLIARI PASSA IL TURNO IN COPPA ITALIA: REGOLATO IL PALERMO 2-1

Con una doppietta di Pavoletti, il Cagliari batte 2-1 il Palermo alla Sardegna Arena e accede al quarto turno di Coppa Italia. Risultato tutto sommato giusto: i rossoblù hanno fornito un’ottima impressione, sempre in controllo del match; anche dopo aver incassato il gol del pareggio su un episodio, la squadra di Maran non si è scollata, continuando a premere con discernimento ed evitando di buttarsi in avanti a testa bassa col rischio di aprire falle pericolose.

Soltanto nel finale i rossoblù hanno patito gli attacchi del Palermo che ha provato il tutto per tutto: all’ultimo minuto la fortuna ha sorriso ai rossoblù, salvati dal palo interno su un colpo di testa di Moreo deviato da Cragno.

Resta la buona prova di un Cagliari positivo, un biglietto di visita incoraggiante in vista dell’esordio in campionato di domenica prossima ad Empoli.

Rolando Maran conferma l’undici schierato nell’amichevole contro l’Atlético. Il Cagliari si spinge subito in avanti: dopo nemmeno sessanta secondi, angolo di Cigarini, tentativo al volo di Pavoletti, respinto dall’intervento di Bellusci.

Sugli sviluppi dell’azione, nuovo angolo batte Ciga, testa di Ceppitelli, debole, para il portiere.

Al 6’ Barella si fa strada palla al piede, arriva al limite, tiro centrale, parato da Brignoli.

Al 10’ percussione di Castro, tocco per Pavoletti, liberatosi sulla sinistra in buona posizione, il tiro però è strozzato e diventa in pratica un appoggio per Brignoli.

Al 16’ Barella prova un esterno direttamente in porta da fuori area, Brignoli non si fa sorprendere.

Al 17’ il portiere palermitano è costretto ad uscire su cross dalla sinistra di Castro, il tiro di Farias è deviato in qualche modo in angolo da Rajkovic.

Al 18’ angolo di Cigarini, svetta Ceppitelli più alto di tutti, pallone sopra la traversa.

Il Palermo non sta a guardare: al 21’ botta da fuori di Jajalo, respinge in tuffo Cragno, riprende Balogh il cui sinistro è sballato e termina sul fondo.

La squadra di Maran sembra avere una marcia in più. Interessanti le folate degli esterni, mentre i centrocampisti sostengono incessantemente l’azione. Barella, posizionato dietro le punte, è il propulsore della manovra con giocate di qualità mai fini a sé stesse. Autoritario e preciso Cigarini in cabina di regia, ottimo anche il contributo di Ionita sul lato sinistro del centrocampo e di Castro dalla parte opposta.

L’argentino è in buona serata: su un suo cross dalla destra al 23’, Pavoletti non riesce a deviare di testa verso la porta, ostacolato dall’uscita di Brignoli, che nell’occasione rimane leggermente infortunato.

Cagliari pericoloso ancora dal settore di destra: cross di Faragò per Ionita che controlla ottimamente di petto e tira di prima intenzione, Brignoli è ben piazzato e blocca.

Al 29’ il portiere siciliano è costretto ad uscire di testa fuori dalla sua porta per anticipare il lanciato Farias.

Alla mezz’ora cross di Faragò, buco di Rajkovic che sorprende anche Pavoletti, appostato dietro il difensore palermitano: il pallone finisce in angolo.

Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina i rossoblù passano: tiro da fuori area di Cigarini che subisce un paio di deviazioni, l’ultima delle quali diventa un assist per Pavoletti in piena area: il centravanti rossoblù, tutto solo davanti a Brignoli, scaraventa in gol di sinistro.

Immediata reazione palermitana: su corta respinta di Ceppitelli, Fiordillino è pronto alla botta da fuori area, il capitano rossoblù è bravo a deviare la traiettoria in angolo.

Al 36’ Pavoletti e Farias seminano il panico nell’area palermitana, ma il centravanti del Cagliari commette fallo in elevazione su Brignoli.

Il resto della frazione scivola via senza altri palpiti.

Il Cagliari si dimostra vivace anche nei primi minuti della ripresa. Al 48’ cross di Faragò dalla destra, respinge di testa Bellusci, arriva in corsa Lykogiannis, sinistro fuori misura che si trasforma in un assist per Pavoletti: è un pallone difficile, il centravanti controlla col sinistro, ma il tiro con l’altro piede è fiacco, para Brignoli.

Al 52’ il Palermo, un po’ a sorpresa, pareggia: Fuordillino dentro per Trajkovski, cross basso, Lykogiannis in caduta tocca col braccio: l’arbitro Valeri indica il rigore che Nestorovski trasforma, spiazzando Cragno con un tiro angolato indirizzato alla sinistra del portiere.

Al 53’ Castro in pressing recupera un pallone che arriva in area a Farias, pronto tiro, Brignoli si oppone coi piedi.

Un minuto dopo cross di Faragò dalla destra, Farias alza per Pavoletti che però non riesce ad indirizzare il pallone con forza verso Brignoli.

Al 61’ ci prova Barella da fuori area, para Brignoli.

Primi cambi dopo il quarto d’ora: Sau per Farias nel Cagliari, Moreo al posto di Balogh tra i rosanero.

Al 66’ Ionita dalla destra fa partire un teso tiro cross, Bellusci e Rajkovic in qualche modo impediscono che il pallone arrivi a Pavoletti per la deviazione vincente sotto misura.

Al 67’ angolo di Cigarini, sponda di Ceppitelli per Pavoletti, ancora chiuso da Rajkovic.

Al 72’ tiro di Barella deviato, si origina una mischia, spazza Mazzotta.

Al 73’ il Cagliari si riporta in vantaggio: assist di Lykogiannis per Pavoletti che dall’interno dell’area scaglia un gran sinistro, imparabile per Brignoli. Per il numero 30 rossoblù è la prima doppietta con la maglia del Cagliari.

Al 77’ secondo cambio nel Palermo: Embalo per Muravski. All’80’ esordio per il neo acquisto Bradaric, che rileva Cigarini.

All’81’ Ionita cerca il gran gol con un tiro a giro da fuori area, fuori non di molto.

Terza sostituzione nel Cagliari all’86’: Cerri subentra a Pavoletti.

Il Palermo si butta in avanti con rabbia negli ultimi minuti e si fa insidioso all’88’, con un tiro da fuori di Trajkovski alto. Un minuto più tardi Nestorovski per Rajkovic, sinistro che passa vicino al palo, anche se Cragno sembrava ben piazzato. Brivido al 90’: su traversone dalla destra di Rajkovic, Nestorovski ha la possibilità di colpire in solitudine all’altezza dell’area piccola: il macedone impatta bene ma fortunatamente manda il pallone a sfiorare il palo.

Il Cagliari sfiora il terzo gol al 2’ dei 5’ di recupero concessi dall’arbitro Valeri: contropiede condotto da Sau che apre per Cerri, cross basso e forte per Castro tutto solo in area, l’argentino arriva scoordinato e col sinistro manda fuori.

Al 94’ però il Palermo va vicinissimo al 2-2 che l’avrebbe portato ai supplementari: dalla destra Trajkovski pennella un cross perfetto per la testa di Moreo, deviazione perentoria, Cragno tocca, il pallone sbatte sul palo alla sua sinistra e torna in campo, i palermitani reclamano il gol, l’arbitro Valeri fa chiaramente cenno di no, Faragò spazza lontano.

Subito dopo il triplice fischio di chiusura: 2-1, Cagliari qualificato.

I rossoblù torneranno in campo per la Coppa Italia nel quarto turno, avversario il Chievo in trasferta. Domenica prossima ad Empoli l’esordio nella nuova Serie A..

CAGLIARI: Cragno, Faragò, Romagna, Ceppitelli, Lykogiannis, Castro, Cigarini (80’ Bradaric), Ionita, Pavoletti (86’ Cerri), Farias (62’ Sau) – All.: Maran.

PALERMO: Brignoli, Salvi, Bellusci, Rajkovic, Mazzotta, Fiordillino, Murawski (77’ Embalo), Jajalo, Trajkovski, Nestorovski, Balogh (62’ Moreo) – All.: Tedino.

ARBITRO: Valeri di Roma.

RETI: 31’ Pavoletti, 52’ Nestorovski su rigore, 73’ Pavoletti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *