IN OCCASIONE DELLA MOSTRA DELL’ARTIGIANATO “TESSINGIU”A SAMUGHEO, LA PRESENTAZIONE DELLA MOSTRA “TRASFIGURAZIONI” DI MARIA JOLE SERRELI

di BAINGIU CUCCU

In occasione della 51^ Mostra dell’Artigianato “TESSINGIU” al MURATS verrà presentata la mostra “TRASFIGURAZIONI” di Maria Jole Serreli. Inaugurazione sabato 14 alle ore 18:30 presso l’Ex Cantina Sociale in via Brigata Sassari

TRASFIGURAZIONI

di Maria Jole Serreli

14.07 > 16.09.2018

Museo MURATS

Trasfigurazioni è il titolo della mostra di Maria Jole Serreli presentata a Samugheo, presso il MURATS_Museo Unico Regionale Arte Tessile Sarda, come evento collaterale di TESSINGIU 51^ Mostra dell’Artigianato Sardo.

Le opere dell’artista, realizzate con l’uso di materiali tessili, consentono di recuperare l’importanza del gesto e della manualità ma soprattutto l’aspetto contemplativo del processo creativo.

Il suo operare si inquadra bene nel concetto di arte che, attraverso la trasfigurazione, dà vita ad un percorso che ha come scopo quello di comunicare stati mentali e ricondurre alla conoscenza personale e alle esperienze soggettive di chi crea ed osserva.

La ricerca di un linguaggio trasversale porta con se la sensazione di comunicare questi stati d’animo attraverso una lettura più vicina alla percezione che all’evidenza vera e propria. Seguendo questo ragionamento i manufatti diventano la sua proiezione e la trasfigurazione l’obbiettivo della creazione artistica. Questo scopo è raggiunto per mezzo dell’esperienza gestuale ed estetica che deve conservare quell’aureola di mistero espresso tramite un codice velato, il quale, attrae e incuriosisce inconsciamente l’osservatore. Questo permette all’opera della Serreli di creare connessioni e legami con le realtà personali innescando così la resa “poetica” della trasfigurazione.

I fili che si intrecciano, si annodano o avvolgono oggetti di uso quotidiano, diventano così sostanza dell’espressione artistica e danno vita a installazioni personali ed universali allo stesso tempo, dove il nodo è quasi sempre la struttura principale.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *