SEGNALI DI RIPRESA PER LA DINAMO SASSARI ANCHE SE LA SCONFITTA ARRIVA UGUALMENTE: L’AGGUERRITA BRESCIA VINCE IN SARDEGNA

ph: Planicic

Finisce 76-80 la sfida della 10° giornata di ritorno del campionato LBA: al PalaSerradimigni la Dinamo Banco di Sardegna cede nel finale alla Leonessa Brescia. La sfida è un’autentica battaglia fin dal primo quarto che, dopo aver visto i giganti avanti di 5, si chiude in perfetta parità: 26 pari. Nella seconda frazione gli ospiti riescono a portarsi fino al +5 ma i biancoblu recuperano lunghezze andando negli spogliatoi sul punteggio di 43-44. Nel secondo tempo nessuna delle due squadre riesce a imporsi fino agli ultimi 100’’ di gioco, quando la Leonessa trova il break che gli permette di conquistare i due punti.

Nonostante la sconfitta il Banco oggi ha dato delle risposte in termini di reazione, con una buona circolazione di palla e una grande aggressività per 35’. Coach Zare Markovski, alla guida da mercoledì, ha lavorato molto sulle rotazioni dando fiducia a tutti i suoi giocatori: un gruppo che ha dimostrato di voler cambiare l’inerzia della stagione. Cambiamento che però può arrivare solo con la volontà di sacrificarsi da parte di tutti, di lavorare su quei piccoli dettagli che si sono dimostrati cruciali finora.

Coach Markovski manda in campo Bostic, Bamforth, Planinic, Stipcevic e Polonara, coach Diana risponde con Moore, Hunt, L.Vitali, Landry e M.Vitali. Bostic apre le danze dall’arco, per gli ospiti risponde Moore. I giganti trovano il primo allungo con Planinic e Bamforth, mentre Brescia trova in Michele Vitali il faro offensivo. Coach Markovski fa girare i suoi uomini con rotazioni continue. Il Banco scrive il +5 ma Vitali riporta i suoi in parità. Gli uomini di Diana di portano fino a +5 ma la Dinamo non ci sta: due bombe di Tavernari e una magia di Spissu nel finale concitato di quarto dicono 26 pari al 10’. Nella seconda frazione Josh Bostic conduce i suoi seguito da Tavernari. L.Vitali e Hunt dettano l’attacco della Leonessa. Un gioco da 4 punti di Bostic e il Banco mette la testa avanti. Il play italiano della Leonessa trascina i lombardi, Stipcevic e Bamforth riportano Sassari a un solo punto di distanza (43-44). Al rientro dall’intervallo lungo le due squadre si danno battaglia senza sosta ma nessuna delle due riesce a prevalere sull’altra. Per gli isolani entra in partita William Hatcher con 8 punti, mentre sono i lunghi a condurre l’offensiva bresciana. Gli uomini di Diana mettono la testa avanti con Hunt e Landry, Spissu li ricaccia indietro dall’arco. Il canestro and one di Moss chiude la terza frazione 63-64. In avvio di ultimo quarto la coppia Moss-M.Vitali scrive il nuovo  +4 mentre l’attacco sassarese si inceppa. A sbloccare i biancoblu Shawn Jones con 4’, il centro americano infila il canestro del 71-73. Il risultato rimane immobile per lunghi minuti, Brescia ritrova il canestro piazzando 5 punti. Quando inizia l’ultimo giro di cronometro Stipcevic scocca la bomba che accorcia le distanze ma M.Vitali mette in cassaforte la vittoria dalla lunetta. Finisce 76-80.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *