VISIONI SARDE A PLOAGHE. IN PROGRAMMA ANCHE LA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO CINEMATOGRAFICO “L’UOMO DELLE QUERCE” DI TORE MANCA

di Bruno Culeddu

È all’insegna del miglior cinema sardo la serata che si terrà martedì 19 dicembre a Ploaghe.

Il Comune di Ploaghe e la Pro Loco, in collaborazione con la FASI, la Cineteca di Bologna e la Consulta Giovanile Ploaghe, per il ciclo “L’isola in pellicola” presenterà il teaser di “L’uomo delle querce” di Tore Manca e “Visioni sarde“, rassegna di cortometraggi sardi con la presenza dei registi.

Prosegue così senza soste il tour del progetto regionale pilotato dal presidente del Circolo “Nuraghe” di Fiorano Modenese Mario LeddaLe nostre storie ci guardano” che ha toccato ormai 42 tappe.

In programma:

IO SONO QUI, di Mario Piredda (pluripremiato corto che sostituisce “A casa mia“, Premio David di Donatello 2017, già proiettato a Ploaghe insieme alla “Stoffa dei sogni” di Gianfranco Cabiddu). Giovanni Asara lascia la Sardegna e gli amici di sempre per una missione militare nel Kosovo, ma sarà sconfitto da una dura malattia.

BORDER, di Paolo Zucca. Il contrasto tra la nostra serena vita quotidiana e quella dei migranti costretti ad affrontare un duro viaggio in mare.

DEL PROSSIMO ORIZZONTE, di Tomaso Mannoni. La tragedia della migrazione clandestina e del turpe traffico di esseri umani.

DOMENICA, di Bonifacio Angius (regista di origini ploaghesi che ha da poco terminato le riprese del nuovo “Ovunque proteggimi”). In un torrido pomeriggio estivo, un uomo solo e disperato è pronto a togliersi la vita. Fa da sfondo il dramma della mancanza di lavoro.

IL BAMBINO, di Silvia Perra (primo premio a “Visioni Sarde“). “L’arrivo di un “estraneo” in una famiglia diventa lo specchio delle conseguenze sociali e religiose della nuova immigrazione

NELLA MIA CITTA’, di Andrea Marras. Un giovane ha in mano un biglietto marittimo di sola andata. Deve lasciare Cagliari.

NOI SIAMO IL MALE, di Gianni Cesaraccio (con Antonello Grimaldi, Marco Bullitta e Giada Romagnoli e la sceneggiatura di Emiliano Longobardi). Un prete viene esiliato in una chiesa abbandonata a causa della sua crisi di fede.  

WAITING FOR, di Matteo Pianezzi. Tre donne si confrontano durante un viaggio verso una meta misteriosa. Un viaggio per sperare nel futuro e ricostruire il passato.

La serata cinematografica sarà arricchita dalla presentazione del progetto cinematografico in corso di realizzazione “L’Uomo delle Quercedi Tore Manca.  

Il film è tratto dal racconto di Jean Giono  “L’uomo che piantava gli alberi” (divenuto un corto d’animazione vincitore dell’Oscar nel 1988), il cui protagonista, dopo aver perso la moglie e un figlio in tenera età, si isola dalla vita contemporanea e vive l’intera sua esistenza piantando in una zona desertica semi di quercia.

Con la voce narrante di Matteo Gazzolo saranno proposte alcune scene girate in luoghi della Sardegna in evidente degrado ambientale, con il chiaro messaggio che ognuno di noi può fare tanto per salvare la natura.  

Il regista e sceneggiatore Tore Manca realizzerà un film tutto sardo su questo progetto con il patrocinio dei Comuni di SassariPloagheTempioLurasOssiScano di Montiferro e della Provincia di Sassari. Al film, sostenuto da Sandalia Sustainability Film Festival, hanno inoltre aderito le associazioni Wwf ItaliaLips Cult Lega Italiana Poetry Slam, Molineddu e Moviment’Arti.

L’opera si avvarrà della produttrice e coreografa Daniela Tamponi, di Giovanni Salis, delegato alla Cultura del Comune di Ploaghe, nel ruolo di co-produttore e attore nella parte del viaggiatore/narratore, e degli attori Bruno Petretto e Matilda Deidda . 

Il teaser “L’Uomo delle Quercecostituisce una ragione in più per non perdersi la rassegna  cinematografica fissata a Ploaghe alle ore 20.30 di martedì 19 dicembre al Centro Sociale di via Pietro Salis.

L’ingresso è gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *