PASSAGGIO A VUOTO ALLA SARDEGNA ARENA PER IL CAGLIARI: IL SASSUOLO VINCE DI RIGORE. ROSSOBLU NON PERVENUTI

nella foto il portiere Cragno para il primo rigore a Matri

di Laura Puddu

Il Cagliari perde per 1 a 0 contro il Sassuolo alla Sardegna Arena nel primo infrasettimanale di questo campionato di serie A. Gol siglato da Matri su rigore al 58°.

Partita da dimenticare per il Cagliari. Nel primo tempo subisce la manovra avversaria facendosi superare sugli esterni, con il centrocampo che non filtra e la difesa non attentissima come nelle precedenti partite. Il Sassuolo crea almeno tre occasioni da rete pulite mentre i padroni di casa non riescono a imbastire trame di gioco, privi di quella personalità e di quel carattere che hanno contraddistinto l’incontro di Ferrara contro la Spal. Poca concentrazione, squadra disordinata che commette moltissimi errori sia in uscita (perdendo palla ed esponendo i compagni ad azioni pericolose) che al tiro. Non vanno ovviamente tralasciati i meriti dei neroverdi, ben messi in campo, con il baricentro alto e bravi a spingere con costante convinzione. Matri si vede anche parare un rigore (mal calciato) da Cragno, oggi il migliore tra le fila rossoblù.

Nella ripresa subito occasionissima per il Cagliari con Farias che sbaglia clamorosamente e poi la rete, meritata, del Sassuolo che non sortisce un effetto di rivalsa sugli avversari. Il match scivola, a tratti nervoso sul finale che regala occasioni che i rossoblù riescono a creare nonostante la partita non brillante ma non concretizzano.

La cronaca: Rastelli conferma il 4-3-1-2 e 10/11 di formazione rispetto alla gara contro la Spal, inserendo Farias al posto di Sau. Cragno tra i pali, Padoin, Ceppitelli, Pisacane e Capuano in difesa, Ionita, Cigarini e Barella a centrocampo, Joao Pedrzo sulla trequarti dietro Pavoletti e Farias. 3-5-2 per Bucchi con Politano e Matri in attacco.

– al 5° occasionissima per il Sassuolo, Missiroli raccoglie di testa nell’area del Cagliari un traversone spedendolo in porta, colpo di reni di Cragno a respingere, sulla ribattuta tiro ravvicinato di Matri ma Pisacane riesce a evitare la rete. Quattro minuti più tardi annullata una rete a Matri per fuorigioco, l’attaccante aveva siglato con un tappino in seguito a una parata di Cragno su tiro rasoterra dalla distanza. Al 19° ancora Matri infila la difesa rossoblù e fa partire un rasoterra diagonale che fa la barba al palo. Al 28° resiste in area Pavoletti e calcia radendo il legno ma era in fuorigioco. Due minuti dopo, rigore per gli ospiti per atterramento di Matri. Lo stesso del Cagliari batte il penalty ma centrale e non benissimo e Cragno può spedire in angolo. Al 48° dentro Sensi per Politano e poco dopo fuori Pavoletti, lo sostituisce Giannetti. Al 53° grandissima azione sulla destra di Joao Pedro che fa poi partire un traversone per Farias posizionato sul secondo palo ma il brasiliano, solo, colpisce di testa su Consigli che respinge. Al 58° secondo rigore per il Sassuolo, è Pisacane a fare fallo su Sensi. Stavolta Matri non sbaglia, spiazzando Cragno e spedendo all’angolino sinistro. Riprende l’azione e Giannetti in area piccola calcia sulle braccia di Consigli a terra. Fuori Padoin, Matri, Barella e Duncan e dentro Faragò, Ragusa, Sau e l’altro ex Biondini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.