INEDITI RICAMI IN BISSO: A SANT’ANTIOCO, LE OPERE UNICHE DI MARIANNA PISCHEDDA, ARTISTA AUTODIDATTA


di Tito Siddi

Non arazzi ma ricami in bisso. E’ quanto propone Marianna Pischedda, 69 anni sassarese di nascita che attualmente risiede a Sant’Antioco. Così dalle abili mani Marianna Pischedda riemergono conoscenze antiche di maestri di bisso evidenziate in agosto in una mostra curata da Pierluigi Pinna. <Opere che mostrano una raffinata tecnica di ricamo- spiega Pierluigi Pinna- una ricchezza di dettagli impreziositi dal bisso che ne fanno opere uniche>.La sua è stata una vita travagliata e di sacrifici. Aveva 21 anni quando la sua famiglia emigra a Torino dove ha conosciuto il marito, che era di Sant’Antioco, con cui ha aperto un’attività di ristorazione. Nel 1975, dopo avere ceduto l’attività, ritorna in Sardegna ma a Sant’Antioco dove vive a casa della suocera aiutando il marito in vari mestieri non ultimo quello della pesca. Qualche anno fa ormai adulta ha ritrovato, accuratamente conservato in un angolo della sua abitazione, una discreta quantità di bisso. <lo avevo ricavato molti decenni fa dalle nacchere che si impigliavano nelle reti quando accompagnavo mio marito a pescare- racconta Marianna Pischedda- però non sapendo tessere, pur avendo una grande passione, non l’ho mai utilizzato>. Una passione che è riemersa improvvisa e così ha pensato di utilizzarlo per fare dei ricami su basi di cotone e lino. <avevo appreso qualche segreto da alcune tessitrici di bisso, ormai scomparse, come lo si lavorava e così ho provato ricavandone il filo che utilizzo sia grezzo che sbiondito>. Tra i tanti ricami esposti antichi galeoni, vasi con fiori, una copia dei bronzi di Riace e persino un rosario con Crocifisso che ha regalato alla chiesa cittadina di Nostra Signora di Bonaria dove è esposto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *