CLIMA PAZZO E SICCITA’: DANNI ENORMI PER L’AGRICOLTURA SARDA. NELL’ISOLA MESI SENZA UNA GOCCIA DI PIOGGIA


Salgono, in tutta Italia, a oltre 2 miliardi le perdite provocate alle coltivazioni e agli allevamenti nel 2017 dalla siccità e dalle condizioni climatiche anomale che hanno caratterizzato l’anno in corso. Circa i due terzi dei campi coltivati lungo tutta la Penisola sono senz’acqua e per gli agricoltori è sempre più difficile ricorrere all’irrigazione di soccorso per salvare le produzioni. Crollo verticale per tutte le produzioni legate alla coltivazione dei campi. A dirlo, attraverso un dettagliato report, è la Coldiretti.

Con una sezione interamente dedicata alla Sardegna. Nell’Isola, nel Sulcis-Iglesiente 4mila aziende agricole sono senz’acqua a causa della siccità e degli incendi e la Coldiretti stima una riduzione del 40 per cento delle produzioni agricole e quantifica in 120 milioni le perdite per tutti i settori agricoli. Gli allevatori sono senza pascoli, con una raccolta dimezzata del fieno, e registrano un drastico calo delle produzioni di latte. La raccolta del grano è inferiore del 25 per cento. Da parte della Regione c’è l’adozione di una delibera per chiedere lo stato di calamità naturale per tutto il territorio regionale, comprese le zone irrigue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *