“L’UOMO DEL MERCATO” E’ IL MIGLIOR SOGGETTO DI CORTOMETRAGGIO: A PAOLA CIREDDU IL “CANTIERE DELLE STORIE”

ph: Paola Cireddu

Assegnato a La Maddalena, nell’ambito del “Cantiere delle Storie”, il premio per il miglior soggetto di cortometraggio a opera degli studenti provenienti dagli atenei di Sassari, Cagliari, e Tor Vergata. Il riconoscimento è andato a “L’Uomo del Mercato” di Paola Cireddu, dell’Università di Cagliari, che fa parte anche dell’Associazione Giulia Giornaliste. Il progetto internazionale è guidato dal Premio Solinas e dall’Università di Sassari, in collaborazione con gli Atenei di Cagliari e Roma Tor Vergata, il comune di La Maddalena, Cinemed Festival International du Cinéma Méditerranéen de Montpellier e l’Istituto italiano di Cultura di Madrid. Per la giuria, “L’uomo del mercato” è “un piccolo film in grado di descrivere un mondo attraverso un personaggio autentico ed emozionante. Ci ha colpito molto lo sguardo ossessivo e appassionato dell’autrice in grado di restituire immagini di grande impatto poetico”. Mario raccoglie cassette del mercato ortofrutticolo per rivenderle per pochi centesimi. Le trasporta a decine per volta, ben legate con una corda sulla schiena. I suoi colleghi sono tutti motorizzati e anche questo è un settore, strano a dirsi, molto competitivo. Il lavoro scarseggia e la ricerca delle cassette a piedi si fa sempre più ardua. Nella “Via Crucis” del suo percorso faticoso e alienante Mario sogna di ricevere da qualche benefattore una “Apixedda” usata. Tra gli atti intimidatori del vicino e la generosità del piccolo boss del quartiere troverà forse il modo di riscattarsi. La giuria, composta da Agostino Ferrente, Alessio Lauria, Paolo Zucca, Carla Altieri, Serena Sostegni, Leonardo Ferrara, Marcantonio Borghese, Giovanni Piperno, Fabrizia Sacchi, ha inoltre deciso di assegnare quattro menzioni speciali: “La Lettera” di Valentina Mele dell’Università di Sassari; “Pausa” di Selene Ambrogi e “Zitto e spara”! di Lorenzo Garofalo entrambi di Tor Vergata; “Innocenti evasioni” di Mario Garzia, dell’Ateneo di Cagliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *