CAGLIARI SENZA POSSIBILITA’: UN NAPOLI LANCIATO VERSO LA “CHAMPIONS LEAGUE” TRAVOLGE I ROSSOBLU


Sconfitta al San Paolo per i rossoblù al cospetto del Napoli. 3-1 per i partenopei che hanno fatto valere la loro superiorità tecnica: non a caso lottano con la Roma per il secondo posto in campionato alle spalle dell’inarrivabile Juventus ad un passo dalla finale di Champions League e dispongono del miglior attacco della Serie A.

Il Cagliari ha provato a contenere la macchina da guerra di Sarri, con un atteggiamento tattico accorto: 4-4-2, con Barella davanti alla difesa e Ionita, Padoin e il recuperato Isla a completare il centrocampo, Sau largo sulla sinistra e Borriello punta centrale. I rossoblù non sono riusciti ad opporsi, se non in alcune occasioni, all’insistita ragnatela di passaggi del Napoli, alla velocità di trasmissione del pallone e ai repentini cambi di gioco. I palleggiatori del centrocampo e dell’attacco napoletano sono apparsi tutti in grande giornata di vena, hanno eluso il pressing portato dai rossoblù e il gol lampo di Mertens, dopo appena 2’, ha mandato all’aria i piani di Massimo Rastelli e dato ulteriore spinta e fiducia ad una squadra che aveva assolutamente bisogno dei tre punti per avvantaggiarsi sulla Roma nella lotta alla piazza d’onore. La buona volontà non è bastata al Cagliari né le sostituzioni effettuate (Joao Pedro, Faragò e Farias rispettivamente al posto di Ionita, Murru e Sau) hanno cambiato le sorti di una partita che si presentava difficile alla vigilia e così è stata.

I gol: Napoli in vantaggio al 2’, grazie a Mertens che su cross dalla sinistra di Ghoulam sbuca alle spalle di Salamon e infila Rafael con un tocco astuto. Il raddoppio arriva al 49’, ancora per merito di Mertens, che riceve al limite dell’area e infila Rafael con un tiro preciso. Dopo una traversa di Albiol, al 67’ il Napoli triplica: suggerimento di Mertens per Insigne che scatta a tempo evitando il fuorigioco, conclusione chirurgica nell’angolo opposto. Al 1’ di recupero i rossoblù rendono meno pesante il passivo: lancio di Joao Pedro per lo scatto di Farias, bello il dribbling su Hysaj e tiro che non dà scampo a Reina. Il Cagliari rimane a 41 punti, domenica al Sant’Elia arriva l’Empoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *