IL POETA-PATRIARCA DI OROTELLI, TZIU GASPARRU MELE, FESTEGGIA I 106 ANNI

ph: Tziu Gasparru Mele

di Cristoforo Puddu

Tziu Gasparru Mele – patriarca di Orotelli e storico collaboratore di tante pagine poetiche di riviste e siti internet – ha raggiunto il traguardo dei 106 anni. Ha festeggiato il 29 aprile, attorniato da familiari e amici, con la naturale passione di continuare a coltivare versi e “faghere poesia”. Sostenuto da una brillante memoria ha ripercorso e narrato le molteplici vicende della vita, segnata da una intensa attività lavorativa come contadino e da capocantiere per un’impresa edile che realizzava acquedotti e strade nel centro Sardegna. Immancabili  e suggestivi i ricordi di lavoro e di guerra nell’Africa Orientale.

I discorsi di tziu Gasparru hanno comunque frequenti riferimenti all’universo poetico sardo e ai suoi valori ideali e culturali, che dovrebbero alimentare la società e l’umanità tutta con significati di giustizia, di comprensione e dialogo; chiari riferimenti alla filosofia di vita che percorre – con valenza di insegnamento etico e morale – anche la sua opera poetica “Sa vida de Juanne Battista Selenu – Romanzu in ottadas”. L’opera consta di oltre 360 strofe ed è stata completata e pubblicata alla soglia dei 90 anni.

I centenari ed ultracentenari, forgiati in dignità e naturalezza dalla vita e dalle memorie, sono i preziosi testimoni della nostra storia e cultura identitaria. E talvolta, come nel caso di tziu Gasparru, è anche un importante testimonial della Sardegna da quando il fotografo tedesco Karsten Thormaehlen lo ha inserito, con ritratto e scheda biografica, nel volume “Aging Gracefully” (Invecchiare con grazia). L’opera pubblicata negli USA, a San Francisco dalla casa editrice Chronicle Books LLc, raccoglie le immagini a colori di 52 rappresentativi centenari di tutto il mondo; tra i sardi immortalati, oltre tziu Gasparru, figurano il sacerdote-missionario don Giovanni Carta di Illorai, tziu Antonino Porcu di Borore e tzia Tonia Niola di Silanus. A curare la prefazione del libro è l’ultracentenario Edward J. Palkot.

Tziu Gasparru, con vitale lucidità, garantisce memoria storica per la sua comunità ed interpreta con saggezza un valore aggiunto inestimabile per accompagnare la crescita delle nuove generazioni.

A seguire, alcuni versi dell’esordio poetico giovanile di tziu Gasparru a Orotelli:

Salude Oroteddi, bona zente,

de istintu zenerosa e ospitale.

Permittimi ch’in versos ti presente

custu saludu meu augurale!

No isco si so dignu veramente

de ti appagare in modu zeniale.

Custa er sa prima orta in poesìa

chi m’intendes cantare idda mia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *