A SANTA GIULETTA NELL’OLTREPO’ PAVESE, FESTA DELLA LIBERAZIONE CON DISCORSI E CANTI ANCHE DI EMIGRATI SARDI


di Paolo Pulina

La festa della Liberazione a Santa Giuletta (Oltrepo’ pavese), dopo i saluti del sindaco Simona Dacarro e del presidente della sezione locale dell’ANPI, Mario Chessa (originario di Mores, socio del Circolo culturale sardo “Logudoro” di Pavia), e’ stata commemorata da Saeda Pozzi, figlia del glorioso partigiano “Fusco”, Cesare Pozzi, comandante della brigata partigiana “Matteotti”. A conclusione, Antonio Carta (originario di Mores e socio del “Logudoro”) ha cantato “Bella Ciao” e una canzone di sua composizione (parole e musica) in onore del comandante partigiano “Maino”, Luchino dal Verme, recentemente scomparso a 103 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *