LAURA FOLLESA E’ RICERCATRICE IN DISCIPLINE FILOSOFICHE ALL’UNIVERSITA’ DI CAGLIARI: PER LEI UNA IMPORTANTE BORSA DI STUDIO INTERNAZIONALE

ph: Laura Follesa

La dottoressa Laura Follesa è beneficiaria per due anni di una Marie Sk?odowska-Curie Individual Fellowship (MSCA-IF), la borsa di ricerca individuale finanziata dalla Commissione Europea. L’importante riconoscimento si inserisce nell’ambito del programma Horizon 2020, teso a promuovere le prospettive di carriera scientifica dei più promettenti ricercatori europei. Il progetto, dal titolo “TIM-Adrastea: Herder?s ?Thinking in Images? from 1801-1803 up to Nowadays”, è incentrato sul concetto di “pensiero per immagini” che, a partire dagli scritti di Johann Gottfried Herder, viene analizzato attraverso le interazioni che collegano la storia della filosofia, delle idee e della cultura a discipline scientifiche come le neuroscienze, la cosmologia, la fisica teorica. Il carattere interdisciplinare e l’interesse per le intersezioni tra differenti campi di ricerca conferisce un carattere fortemente innovativo e originale al progetto e premia il percorso formativo e le esperienze di ricerca già maturate dalla dottoressa Follesa, che si è formata all’Università di Cagliari, dove ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Discipline filosofiche, usufruendo di una borsa finanziata dall’Unione Europea (fondi POR FSE 2007-2013). Grazie a un accordo di cooperazione internazionale tra l’Università di Cagliari e la Friedrich-Schiller-Universität di Jena in Germania (tutors Francesca Maria Crasta e Olaf Breidbach), la dottoressa Follesa ha potuto svolgere per un anno le sue ricerche all’estero all’Istituto di storia della scienza, della medicina e della tecnica di Jena (Institut für Geschichte der Medizin, Naturwissenschaften und Technik Ernst-Haeckel-Haus) e partecipato come relatore a numerosi convegni di livello internazionale. La prestigiosa borsa Marie Curie consentirà ora alla Follesa di portare avanti il nuovo progetto di studio presso l’istituto di Storia della Cultura (Institut für Kulturgeschichte) dell?Università di Jena che fa capo a Michael Maurer, in collaborazione con la Crasta e il dipartimento di Pedagogia, psicologia, filosofia dell’Università di Cagliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *