IL SEADAS FLOWER CAFFE’: UN LOCALE SARDO A TOKYO NEL QUARTIERE DI JIYGAOKA


C’è un punto vendita di sole seadas a Tokyo. La gustosa specialità sarda a base di semola, formaggio e cosparsa di miele ha conquistato un pittore giapponese. Atusyoshi Hanazawa ha deciso di aprire nel quartiere di Jiygaoka il ‘Seadas Flower Caffè’, una ‘seaderia’ dove proporre il dolce come spuntino da consumare al tavolo. La storia la raccontano le ‘Sardegiappe’, Giorgia Cesaracciu e Carla Deidda, giovani cagliaritane, guide turistiche free lance. Dopo aver studiato lingue e il giapponese da due anni fanno conoscere bellezze e tipicità della Sardegna ai nipponici che arrivano nell’Isola.

“L’artista ha conosciuto il dolce al Tharros, ristorante di specialità sarde nel quartiere di Shibuya, dove era stato chiamato per decorare le pareti – racconta Giorgia – si è innamorato del sapore e ha voluto conoscere la ricetta”. Non solo, si è informato sul paese di provenienza di quella ghiottoneria e ha deciso di partire quanto prima alla volta dell’Isola. Da allora tra lui e la Sardegna è scattato un feeling indissolubile e quelle seadas hanno dato una svolta professionale alla vita.

Il suo Seadas Flower Caffè va a gonfie vele – aggiunge Carla – ogni giorno viene preso d’assalto da giapponesi e turisti. Catturati dal gusto accattivante di questo dolce fatto in Sardegna e apprezzato in tutto il mondo per quell’abbinamento di dolce e salato e all’interno la fragranza del formaggio”.

Sulle pareti poster e fotografie e poi oggetti della Sardegna raccontano la sua passione per l’Isola. “Io e mia moglie siamo rimasti folgorati dalla bellezza della Sardegna, con le sue tipicità, storia, tradizioni e stile di vita”, racconta Hanazawa. L’11 novembre nel suo locale ci sarà una serata dedicata alla Sardegna organizzata dalle Sardegiappe. “Faremo conoscere ai giapponesi le sue bellezze, storia e enogastronomia – spiegano le guide – e per offrire subito qualche spunto o idea viaggio proietteremo le immagini di due eventi tra i più affascinanti dell’Isola, il Carnevale di Mamoiada e Oristano. Lo scopo del nostro lavoro è creare un ponte e uno scambio tra Sardegna e Paese del Sol levante, due realtà quanto mai affascinanti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *