LA PAROLA ALL’ASSESSORE DEI TRASPORTI MASSIMO DEIANA AL VI CONGRESSO F.A.S.I.: NEL 2017 NUOVA CONTINUITA’ TERRITORIALE “2” E TARIFFA UNICA

ph. scambio di battute fra Tonino Mulas e Massimo Deiana

di Massimiliano Perlato

Attesissimo l’intervento dell’Assessore dei Trasporti della Regione Sardegna Massimo Deiana. La tematica sempre calda che ha appassionato la platea anche durante la disquisizione del rappresentante della Giunta che ha si affrontato e analizzato l’andamento degli ultimi anni, che comunque sono sotto gli occhi di tutti, ma ha prospettato cosa accadrà dall’ottobre del 2017 quando la continuità territoriale verrà riscritta. E l’obiettivo è chiudere con la discriminante, perchè a conti fatti quello è, in cui viene diversificata la figura del viaggiatore sardo “residente” e “non-residente”. E lo si farà proiettando un nuovo sistema con la tariffa unica. Questo per garantire un vero ponte tra l’isola e il Continente che sia uguale e semplice per tutti. Si dovrebbero così garantire  gli interessi delle persone e della Sardegna. E’ necessario che raggiungere l’isola con facilità non sia solo percepita ma diventi concreta. Così come i numeri dimostrino come sia stato apprezzato anche la continuità territoriale in auge ora in cui si può viaggiare per l’isola a prezzi convenienti per nove mesi all’anno. Il turismo anche dall’estero ha risposto positivamente. L’assessore Deiana riporta del lungo braccio di ferro portato avanti con il Governo di Roma per cercare di coprire il gap economico causato dalle ampie risorse messe a disposizione per la continuità territoriale, ottenendo una compensazione di 30 milioni all’anno. E da queste risorse recuperate la Regione Sardegna ha investito per cercare di sostenere e far ripartire la cosiddetta continuità territoriale 2, per collegare l’isola agli aeroporti di seconda fascia, quindi non Roma e Milano, ma città come Verona, Pisa, Bologna e Torino. Una continuità territoriale che è andata scomparendo anche per la gestione altalenante. Nel mentre si sono insediati alcuni vettori del libero mercato che creano concorrenza di cui tutti giovano per la loro presenza con voli giornalieri. Cenno al trasporto marittimo contraddistinto nell’ultimo periodo dalla vendita ai privati della società e del contratto di servizio della Tirrenia. Un aspetto fondamentale che ha tagliato fuori dal tavolo che conta la Regione Sardegna dando spazio e arbitrio alle due parti, ovvero l’armatore Onorato e il Governo italiano. La Regione sarda partecipa da spettatore al tavolo dei lavori. Il rilievo dell’Assessore fa crescere al malumore della platea che sottolinea che la Sardegna non può essere ospite in casa propria.            

8 risposte a “LA PAROLA ALL’ASSESSORE DEI TRASPORTI MASSIMO DEIANA AL VI CONGRESSO F.A.S.I.: NEL 2017 NUOVA CONTINUITA’ TERRITORIALE “2” E TARIFFA UNICA”

  1. Leggeremo gli atti del congresso.
    Lui e gli altri sardi al potere, TUTTI nessuno escluso, sono l’esempio e “dell’amore per la mia terra più forte di tutto ma non di quattro soldi (che in tutto fanno 30 danari, sia precisato)”, e delle scandalose affermazioni di Briatore

  2. Roberta Pilia , Massimo Deiana si e’ venduto male come sempre , ma tutti gli altri non sono stati da meno . Chiacchere…. Po caridadi !!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *