FINALE PUNTO A PUNTO MA VINCE REGGIO EMILIA: PRIMO STOP IN CAMPIONATO PER LA DINAMO BANCO DI SARDEGNA SASSARI


Un match intenso, un ottimo spot per il basket: l’anticipo della seconda giornata di campionato è della Grissin Bon che conquista i due punti in palio al PalaDozza. Un match che i ragazzi di Pasquini perdono nel finale, dopo un primo tempo in pieno controllo, con il massimo vantaggio di 12 lunghezze, e la solidità di reagire ai tentativi di rimonta dei padroni di casa. Nel primo tempo il Banco trova in un ispirato Johnson-Odom, autore di 24 punti, 6 assist e 5 falli subiti, il proprio faro: nel secondo tempo gli emiliani sono bravi a trovare protagonisti diversi e mettere a segno la rimonta. Nessun dramma in casa biancoblu, la sfida di oggi costituiva un importante test a prescindere dal risultato e le risposte sono arrivate da tanti giocatori in maglia Dinamo con quattro uomini in doppia cifra per coach Pasquini. Oltre DJO anche Savanovic (11 pt, 4 rb, 3 as), Lydeka (10 pt, 4 rb) fondamentale pedina in difesa e Stipcevic (10 pt,). Domani il gruppo tornerà in Sardegna e martedì i giganti si ritroveranno in palestra per lavorare in vista della sfida di sabato con la matricola Brescia e il debutto in Champions League.

Coach Pasquini manda in campo Johnson Odom, Lacey, Lydeka, Savanovic e Carter, coach Menetti risponde con Aradori, Needham, Lesic, Della Valle e Cervi. Partenza bruciante del Banco che, condotta da Johnson Odom e Lydeka, firma un parziale da 8-2. Della Valle accende la rimonta biancorossa: i padroni di casa siglano il sorpasso ma una fiammata biancoblu chiude 13-16 dopo 10’. Sassari prosegue la sua corsa, trainata da un ispirato DJO, a quota 14 punti e 4 assist dopo il primo tempo. Un break di Lesic accorcia le distanze per Reggio, ma il Banco è in fiducia e sigla il vantaggio in doppia cifra. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 30-42. Al rientro dagli spogliatoi i padroni di casa aprono un parziale di 8 punti: protagonista della rimonta è Delroy James, che riporta Reggio a -1. Reazione sassarese con Lacey, Olaseni e Sacchetti. Ma un ispirato Needham conduce in solitaria con 7 punti la Grissin Bon: è suo il canestro della parità. Polonara chiude la terza frazione con il primo vantaggio biancorosso: 59-57. Punto a punto tra le due squadre, De Nicolao esce dalla partita dopo due falli antisportivi. Sassari rimette la testa avanti con Lydeka. Botta e risposta dall’arco tra Gentile e Johnson-Odom: equilibrio totale al PalaDozza. Bomba di Stipcevic, canestro and one di Polonara, Savanovic dalla media: quando inizia l’ultimo giro di cronometro è 78 pari. Nel gioco di nervi del finale ha la meglio Reggio Emilia che dalla lunetta si assicura il vantaggio con Polonara, decisivo nell’ultimo quarto, e Needham. Il canestro in volata di Gentile sul finale sigla la vittoria: al PalaDozza finisce 86-80.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *