TOTTUS IN PARI, 636: IL BULLO DEL BILLIONAIRE (la Sardegna non sa fare turismo? E se avesse ragione Flavio Briatore?)

Tottus in Pari, numero 636 - ottobre 2016
Per visionare integralmente il numero 636 di TOTTUS IN PARI, 
cliccare sulla copertina nella colonna di destra

3 risposte a “TOTTUS IN PARI, 636: IL BULLO DEL BILLIONAIRE (la Sardegna non sa fare turismo? E se avesse ragione Flavio Briatore?)”

  1. In Sardegna purtroppo c’ e una casta politica che tutto pensa tranne che ai problemi esistenti nell’ isola …..purtroppo il signor Briatore può aver ragione ma facile parlare dal ” fuori ” sopratutto con il portafoglio pieno solo chi ci vive può capire , quanti giovani ci sono che hanno voglia di fare ma si trova sempre le porte chiuse ? …e non ditemi che non e’ vero …al mio paese che ci trova su una collinetta con ai piedi il flumendosa con posti ( non perché di parte ma e’ cosi ..) incantevoli , da una vita che vogliamo sfruttare nel rispetto del posto e ambiente , non si riesce ad aprire un piccolo chioschetto …per non parlare del nostro unico , come mi disse un archeologo ad Alghero , nuraxi Adoni ….all’ira dico al signor Briatore se riesce ad usare il suo ” carisma ” non aprire qualche porta a questi giovani …giustamente senza che lui ne usufruisca nel senso senza alcun guadagna , GE dadi abbastai su tanti chi tenidi po unu fillu fetti , . …troppo comodo parlare il continentale quando PSR andare a Mimano le basta 10€ e noi poveri isolani …isolati ….allora si forse ha ragione se tutti i giovani fossero scansafatiche …ma non e’ cosi la pecora nera c’ e in qualsiasi gregge che si rispetti ……

  2. Certo che ha ragione, per fare turismo per miliardari ci vogliono miliardari che investono nel turismo. Noi siamo normali e vogliamo fare turismo per famiglie normali. Il vero problema è che chi ci governa aiuta i sistemi miliardari e abbandona chi vorrebbe tutelare la semplicità per poter mangiare tutti e non solo is iscorporausu

  3. A parte le sovvenzioni e le strategie turistiche che non sarebbero neppure necessarie con il patrimonio che abbiamo …..segnalo giusto un episodio estivo che si ripete da almeno più di 30 anni nella costa sud-est, litorale che appartenente al comune di Maracalagonis. Le persone arrivano a Cagliari affittano una macchina e si avviano verso costa rei, per molti quasi impossibile non fermarsi sulla spiaggia isolata e magnifica di “Mare Pintau” dove sistematicamente vengono derubate valigie , soldi documenti e persino i biglietti di ritorno…le persone si ritrovano in costume da bagno e per i più fortunati solo il telefono….malgrado le centinaia di denunce nessuno ha mai pensato di mettere almeno cartelli di avvertimento in italiano e inglese per segnalare il rischio di furti e saccheggi….a quanto pare sanno proteggere i delinquenti e allontanare i turisti, in questo caso!!!!! per favore state attenti e passate parola che a Mare Pintau è meglio andarci a piedi o meglio non fermatevi!!!!!

Rispondi a Raffaela Mura Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *