IL CONSOLATO D’ITALIA A MELBOURNE: I SARDI E I NUOVI EMIGRATI ITALIANI

Melbourne consegna della Bandiera sarda. Da sinistra, Raffaele Zanella. Marco Maria Cerbo, Battista Saiu e Paolo Lostia.

di Asita Biasutti

A Melbourne, presso la sede diplomatica, di Level 1, 509 St Kilda Road, il Console Generale d’Italia, Marco Maria Cerbo ha ricevuto la delegazione sardo biellese in missione in Oceania alla ricerca di Sardi e Italiani di vecchia e nuova emigrazione. Dall’Isola e dal Continente dove risiedono, Battista Saiu e Raffaele Zanella Maolu portano il saluto ufficiale dell’Assessore Virginia Mura, di “Assessoradu de su Traballu. Formatzione Professionale Cooperatzione e Seguràntzia Sociale – Assessorato del Lavoro. Formazione Professionale Cooperazione e Sicurezza Sociale” della Regione Autonoma della Sardegna e degli Uffici del Servizio Coesione Sociale e del Settore integrazione immigrati ed emigrazione. L’Australia, con una popolazione di appena 24 milioni di abitanti, meno della metà di quella italiana ed una superficie 25 volte superiore, da sempre accoglie chi è costretto ad emigrare. 3.800 i primi Sardi a sbarcare nel nuovo continente. Molti gli Italiani provenienti da Veneto, Sicilia, Puglia, Calabria, Abruzzo, Piemonte e da altre regioni. Nell’ultimo anno, è raddoppiato il numero di pratiche espletate presso gli uffici della sede diplomatica: testimonianza indiretta dell’aumentata presenza di nostri connazionali, soprattutto giovani alla ricerca di lavoro. Moltissimi i laureati e quelli con in tasca un titolo di studio di scuola superiore. Per meglio accogliere i nuovi migranti italiani, dei quali molti sardi, presso il consolato è stato aperto lo sportello di NOMITItalian Network of Melbourne Inc., nuovissima associazione che lavora in stretto rapporto col Sardinian Cultural Association, sostenuto dalla Victorian Multicultural Commission. Un progetto all’avanguardia, fiore all’occhiello del Consolato Italiano di Melbourne, con lo scopo di informare, accogliere ed integrare gli arrivi sempre più frequenti. NOMIT offre diversi servizi: corsi per migliorare la lingua inglese, supporto psicologico, consulenza per preparare CV, colloqui di lavoro, seminari di gruppo e sessioni individuali di counselling professionale.
Lavoro in sinergia più volte concretizzato, come il grande appoggio del Console al Sardinian Cultural Association, durante la raccolta fondi in favore della Sardegna colpita dal ciclone “Cleopatra”.

Una risposta a “IL CONSOLATO D’ITALIA A MELBOURNE: I SARDI E I NUOVI EMIGRATI ITALIANI”

  1. Giuseppe Garibaldi passò per l’Australia, nel 1853, toccando le coste dello Stato Australiano del Vittoria con la nave “Carmen” di cui era al comando. Probabilmente aveva già nel cuore Caprera e la Bandiera sarda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *