ALLA RICERCA DI ATLANTIDE: IL REGISTA JAMES CAMERON IN SARDEGNA PER UN DOCUMENTARIO DEL NATIONAL GEOGRAPHIC CHANNEL

ph: James Cameron

National Geographic Channel produrrà il documentario “Search for Atlantis” di James Cameron. Le riprese, che cominceranno a breve, saranno realizzate in Sicilia, Sardegna, Malta, Creta, Santorini e sulle coste spagnole. Condotto da Cameron, lo speciale è diretto da Simcha Jacobovici (tre Emmy Award) e sarà in onda sui canali National Geographic di tutto il mondo il prossimo inverno. «L’obiettivo è quello di portare il mondo dell’esplorazione, dell’avventura e della scienza nelle case di tutto il mondo. Siamo felici di poter collaborare con Cameron e Jacobovici alla ricerca di Atlantide, questo mondo magico che, da sempre, esercita un incredibile fascino nell’immaginario collettivo», spiega Tim Pastore, presidente di National Geographic Channel. «Mi ha sempre affascinato l’idea di poter trovare la verità storica e archeologica che si nasconde dietro il mito di Atlantide – afferma James Cameron –. Le nostre ricerche seguiranno alcune nuove teorie sulla possibile collocazione di Atlantide e sul disastro che la cancellò dalla terra oltre tre millenni fa». Il National Geographic ha contattato anche Sergio Frau autore del libro “Le Colonne d’Ercole” dopo che Le Monde, il Guardian e altre prestigiose testate avevano parlato della sua teoria. «Non è, certo, per presunzione che mi ostino a difendere la mia ipotesi – ha risposto Frau al professore Freund del National Geographic–. Come forse sapete più di 350 pagine del mio libro sono dedicate a dimostrare che la prima posizione delle Colonne d’Ercole era – ancora ai tempi di Platone – al Canale di Sicilia. Le Colonne vennero “spostate” poi a Gibilterra dalla nuova geografia alessandrina di Eratostene. E su questo mi hanno dato ragione i migliori studiosi europei. Soltanto a quel punto – da quel Canale di Sicilia – si tratta di riprendere in considerazione i racconti di Platone e decidere. Una fiaba? O memoria? Sia io che voi, pensiamo sia memoria. Se, però, vogliamo credere a Platone dobbiamo anche prendere per buone le sue parole che assai difficilmente possono essere ambientate nelle locations di Malta e Spagna che racconterete». Insomma a Sergio Frau non interessa essere messo nel calderone degli oltre 7400 libri scritti sul mito di Atlantide. «Ho sempre parlato dell’isola di Atlante – dice Frau – a occidente della montagna di Prometeo nel Caucaso. Se Prometeo stava a oriente Atlante doveva stare a occidente. Ho risposto che mi interessava solo essere un lieto fine per la loro ricerca, piuttosto che un’altra ipotesi fantasmagorica. Sono sicuro che il National darà alla Sardegna il posto che si merita».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *