DAL 9 AL 12 GIUGNO IL “RALLY ITALIA SARDEGNA” CON TANTE NOVITA’


Nella Riviera del corallo è già iniziato il conto alla rovescia in vista dell’inizio di Rally Italia Sardegna, la tappa italiana del World Rally Championship 2016, che anche quest’anno si disputerà nell’isola e avrà base ad Alghero. L’appuntamento con i più grandi piloti del circuito e le migliori case automobilistiche è fissato dal 9 al 12 giugno e la città si prepara per ospitare al meglio, per il terzo anno consecutivo, il quartier generale, il parco assistenza, la sala stampa e una serie di eventi che trasformeranno la kermesse motoristica, pari in Italia per popolarità solo al Gran Premio di Monza di Formula 1, in un vero e proprio spettacolo.

Tante le novità dell’edizione 2016, tra queste molte riguarderanno direttamente Alghero. La cittadina catalana, con il suo bellissimo centro storico e lo skyline mozzafiato del lungomare, farà da scenario alla cerimonia di partenza. Giovedì 9 giugno alle 16 una serie di auto da rally storiche sfileranno in parata per Alghero. Dal porto faranno il loro ingresso in piazza Civica, risaliranno lungo via Carlo Alberto fino ad arrivare in piazza Sulis, immettersi attraverso la rotatoria in via XX settembre e da lì rientrare al porto lungo via Cagliari. Alle 17 la parata delle auto che in passato hanno accesso l’entusiasmo degli appassionati sarà seguita da quella delle macchine che stanno infiammando i tifosi sparsi per ogni latitudine del pianeta, che in migliaia si sono dati appuntamento in Sardegna per quella che viene considerata una delle tappe del mondiale con il più elevato tasso di spettacolarità. Da lì in poi Rally Italia Sardegna entrerà ufficialmente nel vivo con il controllo orario.

L’appuntamento inaugurale sarà preceduto mercoledì 8 giugno alle 19.30 dalla tradizionale cerimonia della firma degli autografi, all’interno del parco assistenza, da parte dei 49 equipaggi di 21 nazionalità diverse che dall’indomani si daranno battaglia lungo i 325 chilometri di sterrati e percorsi davvero unici. Sempre mercoledì e ancora all’interno del parco assistenza sarà inaugurato il Museo costruito nell’area villaggio. Saranno esposte le tenute storiche dei piloti che hanno fatto la storia di questa disciplina e del World Rally Championship. Ma gli appassionati faranno bene a non allontanarsi mai troppo da Alghero, perché gli appuntamenti in via di definizione sono davvero tantissimi. Per esempio, il grande paddock che sarà realizzato nel cuore di Alghero ospiterà anche un campo di calcetto sul quale si esibiranno, in una sfida tutta da gustare e dall’esito imprevedibile, gli aspiranti campioni del mondo di rally.

Un tracciato realizzato su sterrato e non più su asfalto, per accentuare ulteriormente lo spettacolo grazie alla presenza di guadi e dossi artificiali, all’interno di un anfiteatro naturale di rara bellezza. E ancora. Due chilometri di curve e di polvere, da percorrere per due giri, due auto alla volta. Di più. Un vero e proprio villaggio per consentire a migliaia di appassionati provenienti da tutto il mondo di assistere allo spettacolo e di ammirare l’immensa vetrina dedicata ai sapori, ai colori e alle eccellenze del territorio e della Sardegna. Il Rally Italia Sardegna 2016, tappa italiana del World Rally Championship della Fia, organizzato dall’Automobile Club d’Italia con il supporto di Aci Sport e di numerosi partner locali grazie anche al sostegno economico della Regione Sardegna, quest’anno partirà da Ittiri.

Visto lo straordinario successo di un anno fa, la tappa nel principale centro del Coros diventa “Rally Arena Show”, ossia la prova “super speciale” d’apertura dell’evento mondiale. Al di là dei contenuti tecnici e agonistici, ai quali sarà dato ampio risalto grazie alla presenza dei migliori piloti al mondo e delle più importanti case automobilistiche internazionali, la prima prova di Rally Italia Sardegna 2016, fissata per giovedì 9 giugno, è uno degli appuntamenti più attesi nell’isola per un sacco di altri buoni motivi. «Quella di Ittiri è una tappa emblematica di quello che intendiamo noi quando parliamo di rally e di un evento di portata mondiale», spiegano gli organizzatori. «Lo show in programma all’Ittiri Arena coniuga perfettamente l’aspetto sportivo a quelli legati alla promozione del territorio e all’intrattenimento – aggiungono – elementi che si fondono in un unico grande spettacolo dedicato alle comunità che ci ospitano».

Un paio d’ore prima della gara, una parata di auto storiche omaggerà il pubblico con un giro di pista che aiuterà tutta la comunità di tifosi e addetti ai lavori a entrare nel clima “mondiale”. A certificare l’importanza dell’appuntamento sarà la presenza di Mediaset, media partner di Rally Italia Sardegna da quest’anno, che garantirà copertura alla super speciale attraverso la sua programmazione quotidiana, il cui format prevede un magazine di 52 minuti prima e dopo le gare e highlights ogni giorno. Per garantire la massima riuscita, anche il pubblico dovrà fare la sua parte e rispettare le indicazioni e le disposizioni dei commissari, così da rendere quella del Villaggio Arena una vera e propria festa, consentendo il regolare svolgimento della gara.

A gestire la super speciale d’apertura del Rally Italia Sardegna 2016 sarà il Rally Arena Group, un’associazione che si è occupata su mandato degli organizzatori e del Comune di Ittiri, che ha contribuito significativamente in Ris 2016 perché crede nelle sue potenzialità promozionali, di organizzare l’appuntamento, di gestire la vendita dei biglietti e di creare il Villaggio Arena, un’ampia area pedonale dedicata all’intrattenimento del pubblico, uno spazio dove «enti e imprese potranno promuovere prodotti e servizi a un pubblico internazionale, secondo quella che è un’impostazione completamente nuova, che punta alla promozione del territorio anche attraverso gli sport motoristici», come spiega Antonio Sau, sindaco di Ittiri. «Il rally porterà nel nostro paese migliaia di appassionati, curiosi e turisti – aggiunge – la super speciale è l’unica prova della giornata e per la città e la Sardegna intera sarà una grande occasione di visibilità internazionale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *