IL 1° MAGGIO AL CIRCOLO “DOMO NOSTRA” DI CESANO BOSCONE, “SA DIE DE SA SARDIGNA”


riferisce Beatrice Spano

Ospiti dell’evento il gruppo Etno – Folk  sardo  “Zenias”

Nel corso della manifestazione gli allievi del Corso di ballo sardo (tenutosi al Circolo Domo Nostra) ci daranno una breve dimostrazione dei balli appresi.

La festa del popolo sardo, fissata per il 28 aprile dalla legge n 44 della Regione Autonoma della Sardegna, in ricordo del 28 aprile 1794, data della cacciata storica pacifica (il cosiddetto “scommiato”) dei piemontesi dalla Sardegna nell’ambito dei moti antifeudali del triennio rivoluzionario sardo (1793-1796). Tale data riveste un profondo significato storico nell’itinerario che segna le tappe dell’anelito alla libertà civile e all’autonomia politica da parte del popolo sardo; ma ha anche una grande valenza simbolica e culturale perché costituisce per i sardi il momento fondante di un’unità interna contro l’oppressore esterno, estraneo, quindi straniero.

La storia insegna che (come nelle giornate del 1974) le conquiste e i diritti, non ci vengono regalati ma si possono ottenere solo con il contributo unitario dell’intero popolo sardo, compresa la parte di esso residente fuori dall’isola. ( Sos disterrados)  Paolo Pulina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *