VITTORIA FONDAMENTALE IN CHIAVE “PLAY OFF”: IMPRESA DINAMO SASSARI A REGGIO EMILIA


Il Banco trova una fondamentale vittoria in trasferta espugnando il PalaBigi quasi trecento giorni dopo la vittoria dello scudetto proprio a Reggio Emilia. Merito di una partita solida, intensa che si chiude 98-102: protagonista assoluto David Logan che mette a segno tre high personali alla voce punti (37), falli subiti subiti (9), tiri liberi segnati e tentati (10/13) per un totale 38 di valutazione. I biancoblu sono bravi a partire bene e con aggressività, chiudendo avanti il primo tempo 46-52. Gli uomini di Menetti però non ci stanno e, dopo essere stati sotto di 14 punti, si riportano a contatto condotti da Aradori (25) e Polonara (13). Il match si decide però nei secondi finali e la Dinamo è brava a conquistare la vittoria nella volata finale. Il Banco firma una vittoria importante sotto tanti profili, soprattutto quello dell’energia e della positività, mettendo un mattone importantissimo in termini di playoff: quattro gli uomini in doppia cifra, oltre al Professore anche Stipcevic (16 pt), Akognon (12 pt) uscito per 5 falli e Alexander (16 pt). Non c’è tempo per l’entusiasmo, fra sette giorni i giganti sono attesi a Pistoia per la penultima giornata di campionato e, come sottolineato da coach Pasquini nel post partita, l’imperativo è “tenere i piedi per terra e non pensare di aver fatto chissà cosa”.

Coach Pasquini manda in campo Logan, D’Ercole, Akognon, Varnado e Kadji, coach Menetti risponde con Aradori, Polonara, De Nicolao, Kaukenas e Veremeenko. Sono i padroni di casa ad aprire i giochi con Veremeenko, Sassari risponde con Varnado e una tripla di Logan. Parziale di 7-0 della Grissin Bon che mette la testa avanti: a sbloccare i giganti Josh Akognon dall’arco. Il play nigeriano però è gravato di tre falli e costretto alla panchina. Reazione sassarese che, dopo essere stata sotto di 7 lunghezze (17-10), mette a segno un parziale di 16-3 che permette agli uomini di Pasquini il sorpasso. Protagonista il Professore David Logan che chiude i primi 10’ 27-30 con 15 punti a referto. Nella seconda frazione la Dinamo si porta fino a +9, con un super Joe Alexander (9): è il veterano Kaukenas a suonare la carica ai padroni di casa (32-38). Con un parziale di 11-5 la Grissin Bon si riporta a -1 con 10 punti di De Nicolao e 13 di Veremeenko, Logan dalla lunetta tiene i suoi avanti, monetizzando i falli degli avversari. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 46-52. Al rientro dall’intervallo lungo Kaukenas si carica la squadra sulle spalle e prova a scuotere i padroni di casa. Kadji e Akognon tengono Sassari a distanza di sicurezza mentre Logan supera i 30 punti, i difensori cadono su di lui (56-61). Fiammata biancorossa con Aradori, Silins e Lavrinovic: quando inizia l’ultimo giro di cronometro del terzo quarto il tabellone dice 70 pari. I sassaresi dalla lunetta mettono ancora la testa avanti con Alexander e Stipcevic chiudendo al 30’ 70-73. In apertura dell’ultima frazione il Banco scava il gap con canestro and one di Alexander, bomba del capitano Devecchi, due canestri di Stipcevic e tre liberi di Sacchetti (73-87). La partita però non è finita, Aradori e Polonara conducono la rimonta emiliana. Akognon dalla lunga distanza firma ancora il +10 e David Logan prova a ricacciare indietro gli avversari. Break della Grissin Bon con 4 punti di Polonara, 2+1 di Aradori e sottomano di Lavrinovic. Con 30’’ sul cronometro il punteggio è 94-95. Magia di Alexander con canestro and one, Aradori però va fino in fondo: fallo di De Nicolao e Stipcevic non sbaglia dalla lunetta. Gli ultimi secondi sono una lotta sul filo dei nervi: a Stipcevic non trema la mano dalla lunetta in finale. Al PalaBigi finisce 98-102: i campioni d’Italia ritrovano la vittoria in trasferta e lo fanno sul campo dove dieci mesi fa conquistarono il tricolore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *