VERSO I PLAY OFF, VITTORIA CASALINGA PER SASSARI: LA DINAMO BATTE CASERTA PER 87-75


La Dinamo conquista la prima delle cinque finali che la separano dai playoff: gli uomini di Federico Pasquini si impongono sulla Pasta Reggia Caserta con una prova di grande intensità e aggressività. Nel primo tempo le due squadre si fronteggiano a viso aperto, punto a punto: i biancoblu trovano il mini break per andare negli spogliatoi sul punteggio di 45-42. I padroni di casa, dopo un avvio non roseo del terzo quarto, siglano un parziale di 10 punti sui bianconeri. A condurre le danze è Jarvis Varnado (10 pt, 5 rb), assente nei primi 20’, aiutato da un super Josh Akognon (19 pt) e la classe di David Logan. Per il Professore 25 punti a referto con 4 rimbalzi, 8 falli subiti per un 32 totale di valutazione. La vera chiave del match sassarese però è la difesa che gli uomini di Pasquini portano in campo, con asfissiante aggressività che induce più volte in errore gli avversari, tra gli attori protagonisti la manodopera italiana. Doppia cifra anche per Joe Alexander, autore di un grande secondo quarto, con 13 punti e 5 rimbalzi. I giganti conquistano due punti fondamentali sia per la classifica che per l’umore, in vista della prossima sfida casalinga con la Manital Torino in agenda domenica prossima.

Coach Federico Pasquini manda in campo Petway, Logan, Formenti, Akognon e Varnado, coach Dell’Agnello risponde con Downs, Siva, Cinciarini, Johnson, Slokar. Quattro punti di Brent Petway aprono il match, per i campani risponde Cinciarini con due triple. Le due squadre si fronteggiano punto a punto, il Banco è condotto da Akognon che firma il mini allungo biancoblu (16-12). Il play nigeriano è però costretto alla panca insieme a Varnado per due falli. Siva sigla dall’arco il sorpasso bianconero, Sacchetti riporta i suoi in parità: in chiusura di quarto è l’alleyoop dell’ex Johnson servito da Siva, a chiudere il quarto sul punteggio di 23-25. Un Alexander in grande spolvero apre la seconda frazione con 6 punti, i campani restano avanti condotti da Cinciarini (ormai oltre la doppia cifra). Una tripla rocambolesca di Stipcevic firma il sorpasso biancoblu (32-31). I padroni di casa trovano il break con Logan e Akognon: si va negli spogliatoi sul punteggio di 45-42.  Al rientro dall’intervallo lungo la Pasta Reggia si riporta in parità con Jones e la tripla di Slokar: reazione dei giganti che, con un Varnado in crescita, autore di 8 punti, firmano un parziale di 10 punti. Dopo il +3 bianconero il Banco apre le danze con i suoi lunghi: merito dell’attacco ma anche di un’ottima difesa asfissiante che porta Caserta a compiere infrazione di 24’’ e perdere palla per due azioni consecutive. E poi c’è tutta la classe del professor Logan e la tripla dell’uomo dei momenti topici, Rok Stipcevic. Il terzo quarto si chiude 63-53. Nell’ultima frazione i giganti tengono le distanze con autorità, dilagando negli ultimi minuti con un super David Logan a referto con 25 punti. Al PalaSerradimigni finisce 87-75.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *