TORNA IL SORRISO A SASSARI: LA DINAMO BATTE NETTAMENTE CAPO D’ORLANDO PER 92 A 63


Una Dinamo bella e cinica, determinata e aggressiva: il Banco di coach Federico Pasquini oggi si è mostrata di fronte alla sua gente in tutto il suo spolvero, con una cattiveria e una fame come forse non si era ancora vista nella regular season. Una squadra unita e coesa, che lotta insieme verso un unico obiettivo chiamato playoff: la scintilla si accende fin dai primi minuti, con i primi punti a portare la firma di Matteo Formenti, simbolo di quello zoccolo duro italiano che lotta e ci crede, dando sempre il massimo. I giganti mettono a segno un ottimo primo quarto, con un grande Alexander (25-18), nel secondo  però perdono un po’ di intensità e permettono all’Orlandina, guidata da un grande Boatright (18 pt), di riportarsi in partita e chiudere il primo tempo avanti di un possesso. Al rientro dall’intervello Logan e compagni restano li, senza mollare e trovano il break che gli permette di chiudere il match in avvio di quarta frazione quando il Professore sigla il +20. Tre gli uomini in doppia cifra del Banco: David Logan, autore di 20 punti,  3 rimbalzi, 4 palle recuperate e 7 assist con un totale 28 di valutazione, Joe Alexander a segno con 23 pt, 3 rb e 2 stoppate, e Rok Stipcevic  a referto con 13 punti, 2 rimbalzi, 5 assist e 4 falli subiti. Interessanti i dati che coinvolgono gli italiani: i 5 falli subiti e i 4 rimbalzi di Brian Sacchetti, il 21 di plus minus di Jack Devecchi. Coach Federico Pasquini manda in campo Logan, Formenti, Akognon, Varnado e Kadji, coach Di Carlo risponde con Laquintana, Boatright, Bowers, Jasaitis e Oriakhi. È una Dinamo concentrata agguerrita quella che scende in campo e lo si vede sin dalle prime azioni: i primi punti portano la firma di Matteo Formenti, che mette la bomba della nuova era Pasquini. Gli ospiti si fanno sotto con Jasaitis. Punto a punto tra i lunghi di ambo le squadre, è Akognon però a firmare il primo break sassarese aiutato da Kadji ( 13-87). Rotazione completa di uomini per coach Pasquini, i giganti si sbucciano le ginocchia e lottano su ogni pallone: il canestro è grande e il vantaggio diventa di 9 punti, complice l’ingresso in campo di Alexander. Laquintana chiude il primo quarto 25-18. Nella seconda frazione i siciliani si riportano in partita, condotti da Boatright: è un parziale di 12-2 a siglare il -1 degli ospiti (33-32). La sfida diventa punto a punto, bomba di Formenti, risponde Basile con la stessa moneta: sono i due liberi di Boatright a fissare il punteggio dell’intervallo lungo sul 40-42. All’inizio del secondo tempo i giganti si riportano in parità con un parziale di 7-3: Stipcevic e Logan conducono i padroni di casa  fino al +5 (52-47). Mini break siciliano con 4 punti di Nicevic: il Professor Logan ricaccia indietro gli avversari bombardando dall’arco. Stipcevic e Brian si uniscono alla causa, la tripla di Alexander firma il +10 che chiude al 30’ (67-57). L’ultimo quarto si apre con un break biancoblu del duo Stipcevic-Alexander: la bomba di Logan sigla il vantaggio di 20punti. Al PalaSerradimigni finisce 92-63.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *