UNA PIAZZA NEL PAVESE INTITOLATA A LUCA SANNA, L’ALPINO SARDO UCCISO IN AFGHANISTAN NEL 2011


di Luigi Barnaba Frigoli

Una piazza lombarda è stata intitolata a Luca Sanna, caporalmaggiore degli Alpini di Samugheo (Oristano) ucciso in Afghanistan a 32 anni il 18 gennaio 2011. A tendergli un’imboscata fu un uomo con indosso una divisa dell’esercito afghano, che aveva attirato la sua attenzione fingendo di volere spiegazioni sull’arma che aveva in mano, per poi sparargli un colpo in testa. Nello stesso agguato un altro militare, Luca Barisonzi, era rimasto ferito gravemente a una spalla. Il giovane è di Voghera, nel Pavese. Un legame, quello tra i due commilitoni, che non si è mai spezzato, nonostante Luca non ci sia più. Ed è stato proprio un comune della provincia di Pavia, Pietra de’ Giorgi, a decidere di intitolare una piazza cittadina al 32enne di Samugheo. La cerimonia si è tenuta ieri, alla presenza del sindaco Gianmaria Testori, dei genitori del militare e dell’allora ministro della Difesa Ignazio la Russa. “Abbiamo voluto ricordare Luca per il suo sacrificio”, ha spiegato il primo cittadino. Aggiungendo: “Il suo ricordo legherà sempre Pietra de’ Giorgi con Samugheo, distanti geograficamente, ma unite e vicine nel rendergli onore”. Nella stessa giornata, il papà di Luca, Antonio, ha anche presentato un libro dedicato al figlio, “Eroi in divisa”, scritto in sardo e italiano, nel corso di un evento svoltosi a Milano, presso Palazzo Cusani, sede del Comando Militare Esercito della Lombardia.

http://www.unionesarda.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *