RYANAIR ABBANDONA ALGHERO, ORA E’ UFFICIALE: LA COMPAGNIA IRLANDESE LOW COST LASCIA LA BASE IN SARDEGNA


Da ottobre l’aeroporto internazionale “Riviera del corallo” di Alghero non sarà più una base di Ryanair, la compagnia irlandese leader dei voli low cost. La società ha incontrato i propri dipendenti che operano sullo scalo algherese annunciando la smobilitazione dal prossimo autunno. Ryanair ha chiesto ai lavoratori di dichiarare le loro destinazioni preferite in vista del trasferimento definitivo da Alghero, dove dopo il 31 ottobre non ci sarà più alcuna base per i velivoli della compagnia. I vertici del vettore hanno comunicato le loro intenzioni anche a Sogeaal, la società di gestione dell’aeroporto catalano. Secondo quanto si è appreso, continueranno a transitare ma con intensità molto minore, i soli voli per Bergamo, Pisa e Londra. La decisione è stata ufficializzata nel corso di una conferenza stampa, durante la quale la compagnia ha attaccato il Governo sull’aumento delle tasse municipali. Nello specifico, la decisione di Ryanair prevede per Alghero la chiusura della base, il taglio di 8 rotte (60%), con la conseguente perdita di 300 mila passeggeri, 225 posti di lavoro persi. Ryanair chiuderà anche la base di Pescara, e chiuderà tutti i voli di Crotone. L’annuncio della compagnia irlandese è stato dato, una scelta fatta “a seguito dell’illogica decisione del governo italiano di aumentare ancora le tasse municipali”. Con questa decisione, è stato spiegato durante una conferenza stampa, vengono chiuse 16 rotte, persi 800 mila clienti e tagliati 600 posti di lavoro. “Non dovremmo essere noi a finanziare Alitalia-Etihad, dovrebbe essere qualcuno ad Abu Dhabi a finanziare il fondo per la cassa integrazione degli ex piloti Alitalia”. Lo ha detto il chief commercial officer di Ryanair David O’Brien. “Il Governo italiano ha aumentato di 2,50 euro la tassa municipale senza preavviso e senza giustificazione dal primo gennaio per sussidiare il fondo per la cassa integrazione degli ex piloti Alitalia”, ha spiegato O’Brien, definendo questa una “cattiva notizia per gli aeroporti regionali: il Piano di Alitalia-Etihad di distruggere gli aeroporti regionali sta funzionando”. “Il nostro non è un attacco diretto ad Alitalia – ha pero’ puntualizzato O’Brien – riteniamo che non ci sia ragione d’essere di questa tassa”. “Ryanair paga già 165 milioni di tassa municipale per il fondo piloti Alitalia”, ha spiegato O’Brien. “Il Governo per raccogliere pochi milioni fa sì che le Regioni perdano centinaia di milioni di spesa turistica”, ha aggiunto, spiegando che nelle tre Regioni coinvolte dalle chiusure la spesa turistica è di 100 milioni. “Ryanair crede nella promozione degli aeroporti regionali, mentre per colpa di questa tassa la promozione diventa molto più difficile”, ha detto ancora O’Brien. Nello specifico, la decisione di Ryanair prevede: per Alghero la chiusura della base, il taglio di 8 rotte (60%), la perdita di 300 mila passeggeri, 225 posti di lavoro persi; per Pescara la chiusura della base, il taglio di 5 rotte (70%) la perdita di 250 mila clienti e 188 posti di lavoro persi; per Crotone la chiusura dell’aeroporto, il taglio di tutte e tre le rotte (100%), la perdita di 250 mila clienti e 188 posti di lavoro persi. Ryanair ha annunciato oggi anche il lancio della nuova programmazione per l’inverno da Roma, con 4 nuove rotte e nuovi collegamenti che permetteranno di trasportare oltre 9 milioni di clienti all’anno, sostenendo oltre 6.900 posti di lavoro tra Fiumicino e Ciampino. “Forte preoccupazione per le determinazioni di Ryanair che sembra voler cancellare Alghero e chiudere la base dal prossimo autunno”. La esprime il sindaco di Alghero Mario Bruno che si è immediatamente recato a Cagliari, stamattina, per discutere con l’assessore Deiana e con il Presidente Pigliaru. “Sarebbe un vero disastro, soprattutto in assenza di programmazione certa per l’annualità in corso. Mi sono messo in viaggio per Cagliari – dopo aver visto gli operativi del prossimo inverno, dove Alghero viene fortemente ridimensionata – per avere risposte chiare dalla Regione: salvare Sogeaal e conoscere l’impegno concreto per mantenere rotte e vettori. È in gioco lo sviluppo del territorio. Vogliamo certezze dalla Giunta Regionale”. Il Sindaco annuncia un nuovo comunicato dopo l’incontro con la Giunta Regionale.

Una risposta a “RYANAIR ABBANDONA ALGHERO, ORA E’ UFFICIALE: LA COMPAGNIA IRLANDESE LOW COST LASCIA LA BASE IN SARDEGNA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *