A QUARANT’ANNI DALLA SCOMPARSA DELLO SCULTORE DI TERTENIA ALBINO MANCA E DELLA SUA ARTE A NEW YORK

ph: Albino Manca

di Francesca Lai

Si spegneva quarant’anni fa lo scultore terteniese Albino Manca. L’artista nato a Tertenia a fine ‘800 divenne celebre in tutto il mondo, soprattutto dopo il suo definitivo trasferimento nel 1938 a New York, dove visse nel quartiere degli artisti Greenwich Village, fino alla sua morte avvenuta il 15 gennaio 1976. Manca lascia presto l’Ogliastra, per recarsi prima a Roma, poi dopo un soggiorno di due anni a New York, (1930 – 32), deciderà di stabilirsi definitivamente negli Stati uniti alla fine degli anni trenta. La vita artistica dello scultore può essere divisa in due periodi, il primo quello dell’arrivo negli Usa vede l’artista impegnato nella realizzazione di piccole sculture di bronzo che riproducono il mondo animale, il secondo periodo è quello del suo definitivo trasferimento, inizierà una produzione di gioielli e al lavoro di scultore si affiancherà quello del conio delle medaglie. E’ del 1963 l’opera che consacra l’artista ed è forse quella più conosciuta, l’imponente aquila di bronzo (the Diving Eagle) collocata nei giardini del Battery Park a Manhattan. Con la Diving Eagle, Manca vinse un concorso pubblico che prevedeva la realizzazione di un monumento commemorativo dei caduti nell’Atlantico durante il secondo conflitto mondiale. Il monumento fu inaugurato nel 1963 dall’allora presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy, e una riproduzione della stessa, in scala ridotta, donata dal Manca al suo paese la si può vedere nella centralissima piazza Kennedy a Tertenia. Ancora tra le sue importanti opere il cancello di bronzo del Children’s zoo a New York, dove il mondo animale è rappresentato nella sua interezza, animali marini, animali terrestri e volatili. Nel 1965, anno della visita all’Onu di Papa Paolo VI, Manca coniò, per celebrare l’evento, la medaglia commemorativa in oro. In Sardegna si possono ammirare le quattro bellissime statue collocate a ornamento dell’edifico della Legione dei Carabinieri in via Sonnino a Cagliari. Legatissimo al su paese natio Manca ha donato parte delle sue opere a Tertenia, dove per suo desiderio sono conservate le sue spoglie. Il comune ogliastrino ha dedicato è intitolato un museo all’illustre cittadino nel 1998, nel quale si possono ammirare eccellenti opere dai dipinti alle sculture, dagli argenti alle cere. Il museo Albino Manca in via Doria è visitabile tutto l’anno previa prenotazione.

http://www.vistanet.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *