IL PRESEPE VIVENTE A LIVORNO CON IL CIRCOLO “QUATTRO MORI”: LA PARTECIPAZIONE DELLA CORALE POLIFONICA “GIOVANNI SEDDA”


di Antonio Deias

Quella andata in scena domenica 3 gennaio 2016 nel pomeriggio all’interno della chiesa di San Ferdinando in Livorno , è stata la diciannovesima edizione del presepe vivente. Uno spettacolo ormai collaudato che farebbe pensare ad un automatismo di movimenti e scene a cui partecipano decine di comparse, ma che invece annualmente necessita di ritocchi e di nuovi accorgimenti. Mentre lo scorso anno la partecipazione di tre profughi africani fu un chiaro segnale d’integrazione nello spirito dell’accoglienza, quest’anno è stato Gabriele un bimbo di cinque anni a lanciare un messaggio di pace in una letterina indirizzata al Bambinello di fronte alla capanna dei tre protagonisti principali Barbara, Franco e la piccola (quattro mesi) Anna,  nelle vesti di Maria, Giuseppe e Gesù. A far volare le note del pentagramma natalizio che hanno avvolto la ristrutturata navata di San Ferdinando, fungendo da ponte verso l’Epifania, ci hanno pensato la Corale polifonica Giovanni Sedda dell’Associazione Culturale Sarda di Livorno diretta dal maestro Mauro Ermito e la soprano Iolana accompagnata all’organo dal maestro Enrico Senesi. Dopo i saluti ed i complimenti il parroco padre Emilio Kolaczyk, ha ricordato ai numerosi presenti l’appuntamento del prossimo anno, in occasione della ventesima edizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *