IL PROGETTO “SARDA TELLUS” DELLA F.A.S.I. CON LE CAMPAGNE PROMOZIONALI DEL CARCIOFO SPINOSO DOP E DELL’AGNELLO SARDO IGP


di Massimo Cossu

Si sono chiuse con un segnale fortemente positivo le due campagne promozionali relative al Carciofo spinoso DOP (Denominazione Origine Protetta) e all’Agnello sardo IGP (Indicazione Geografica Protetta) promosse dalla FASI secondo le linee del progetto “Sarda Tellus”, finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna-Assessorato del Lavoro allo scopo di  far conoscere e valorizzare, in continente, i prodotti e le eccellenze agro-alimentari della Sardegna.

Prodotti di qualità e di eccellenza sarda, quindi, in queste giornate natalizie 2015 saranno sulle tavole dei soci dei Circoli FASI e degli amici della Sardegna che con essi collaborano.

Per i sardi emigrati si tratta di un ritorno alle origini, alla terra, al sudore degli uomini, al sacrificio delle bestie, alla memoria più profonda che ci portiamo dentro.

La nostra azione all’interno delle nostre strutture associative è volta a permetterci di condividere gli alimenti sani e genuini prodotti nella nostra isola natia, non a caso conosciuta oggi come “terra della longevità”. Carne e ortaggi sono stati scelti dai soci dei Circoli non solo come garanzia di prodotto di qualità, ma anche (inconsciamente) come legame simbolico e culturale con la Sardegna, con le connotazioni di storia individuale e collettiva che essa per noi emigrati rappresenta.

Lavorare e promuovere i prodotti della Sardegna con il progetto “Sarda Tellus” significa questo, al di là dei numeri, degli zero virgola qualcosa in meno, di una bolla di trasporto da rifare, di un ritardo sulla consegna che non sai mai come giustificare. Il progetto “Sarda Tellus” rappresenta questo: l’anima più vera che caratterizza il lavoro volontario dei soci dei nostri Circoli.

Parafrasando il filosofo, è vero sostanzialmente che noi siamo ciò che mangiamo! Siamo la scelta di quei prodotti, della loro qualità, della loro provenienza: siamo sardi insomma, anche se non viviamo in Sardegna. Ed è proprio dalla terra sarda che si vuole partire, dagli oltre 30.000 carciofi DOP di primissimo taglio distribuiti nei Circoli della FASI che hanno aderito al progetto “Sarda Tellus” e alla recente campagna promozionale.

I risultati di questa distribuzione ci permettono di affermare che con il nostro appassionato apporto abbiamo dato un contributo piccolo, ma importante, all’economia così fragile del Sud della Sardegna, a quelle terre alle volte (spesso) isolate che sono piantate ad ortaggio e che fanno campare centinaia di famiglie. Dal Campidano ci dicono grazie per la nostra bella iniziativa e per questo progetto che si spera rappresenti un incoraggiante inizio.

Un grazie arriva anche da tutti i pastori, da tutta la Sardegna. Dagli allevatori, macellatori, porzionatori e distributori che fanno parte del Consorzio per la tutela dell’Agnello sardo IGP (circa 5000 aziende) che garantisce senza ombra di dubbio che il prodotto che abbiamo acquistato è allevato in totale libertà, si è alimentato da latte materno, in quella natura della Sardegna che non conosce sofisticazioni e che consente il rispetto dei canoni dell’allevamento tradizionale.

Abbiamo fatto un grande lavoro nella distribuzione e nella consegna di questi due prodotti freschi. E poiché i numeri erano importanti siamo riusciti a far risparmiare qualcosa a tutti, senza speculazione alcuna ma rispettando i parametri commerciali che variano di volta in volta nel mercato. Un grazie mio personale va a tutti i Presidenti e ai loro collaboratori nei Circoli che hanno aderito a queste due prime iniziative: tutti siamo consapevoli del fatto che non siamo professionisti ma che ognuno ha dato il massimo in termini di volontariato. Grazie allo staff “Sarda Tellus” e a chi silenziosamente si è impegnato per ottenere i migliori risultati in termini di ordinativi d’acquisto (un po’ di sana competizione non guasta mai!).

Ripartiamo a gennaio 2016 con altre campagne promozionali, che riguarderanno gli agrumi, l’olio, la bottarga, lo zafferano, i vini e i formaggi. Come sanno i responsabili dei Circoli, è attiva una segreteria centrale FASI a Milano specificamente operante per lo sviluppo del progetto “Sarda Tellus”: ad essa si possono avanzare proposte di iniziative su alcuni prodotti tipici e/o segnalazioni di fornitori che, dalle diverse località della Sardegna, vogliano far conoscere i propri prodotti di qualità. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *