UN PUNTO E MILLE RIMPIANTI: PAREGGIO PER 1 A 1 DEL CAGLIARI A LIVORNO


Il Cagliari coglie un punto al “Picchi” di Livorno. 1-1, un risultato accettabile in sè, considerato anche il valore degli avversari, ma che lascia tanti rimpianti per l’andamento della gara. I rossoblù non sono riusciti a gestire il fulmineo vantaggio di Farias dopo appena tre minuti e poi hanno provato inutilmente sino alla fine di ottenere bottino pieno. Il Cagliari ha spinto con veemenza, ha creato una miriade di palle gol, non è stato premiato dalla buona sorte (incredibile il doppio palo colto da Melchiorri con un solo tiro), e ha incontrato un portiere in stato di grazia. Insomma, una gara segnata. Tutto sommato c’è poco da rimproverarsi: se il Livorno ha giocato una gara ricca di orgoglio, reagendo con vigore dopo essere passato in svantaggio, è vero che il Cagliari avrebbe meritato di più se non altro per la pressione costante esercitata e le tante occasioni da gol costruite. Da segnalare anche un probabile rigore non concesso dall’arbitro per un fallo su Melchiorri: sarebbe stata anche espulsione per il difensore del Livorno, ma il direttore di gara ha addirittura ammonito il centravanti rossoblù per una simulazione piuttosto dubbia. Come annunciato, Rastelli cambia diverse pedine rispetto a Lanciano. Dentro Fossati, Joao Pedro, Melchiorri e Sau per Di Gennaro, Tello, Cerri e Giannetti. Pronti-via e i rossoblù si portano in vantaggio. Errore di Ceccherini che effettua uno sciagurato retropassaggio verso il suo portiere. Sau capisce tutto, si inserisce e appoggia indietro per Barreca, tocco per Farias che arriva in corsa, magnifico tiro di esterno che entra in rete nonostante la presenza di due giocatori livornesi sulla linea di porta. I padroni di casa, colpiti a freddo, si riorganizzano e attaccano con la forza della disperazione, puntando sull’energia e il coraggio delle due punte, Vantaggiato e Comi. La gara si accende, facendosi spigolosa e tesa. Al 9′ Ricci è costretto ad uscire di testa fuori dalla propria area per fermare Farias. Un minuto dopo primo cambio nel Livorno, fuori l’infortunato Cazzola, entra l’esperto Biagianti. Il Livorno colleziona calci d’angolo, ma è il Cagliari in contropiede a farsi pericoloso. Al 15′ Balzano duetta con Sau, poi, pressato, è costretto a cercare il pallonetto che scavalca la traversa. Visto che non passa con la contraerea, il Livorno ci prova con le conclusioni da fuori area: Schiavone prima sfiora il bersaglio, poi costringe Storari ad una bella parata in angolo. Tra il 39′ e il 40′ due episodi dubbi: Vantaggiato cade nell’area rossoblù dopo un contatto con Ceppitelli, sul capovolgimento di fronte Melchiorri ruba palla ad un difensore, ne salta un altro e al momento del tiro davanti al portiere viene steso, toccato sul piede d’appoggio dal ritorno di Gonnelli. Il fallo del difensore sembra netto, sarebbe anche espulsione per chiara occasione da gol, ma l’arbitro lascia correre e addirittura estrae il cartellino giallo per Melchiorri, accusato di simulazione. Un minuto più tardi entra Fossati al posto di Joao Pedro. Altri due cambi dopo l’intervallo. Nel Cagliari Tello rileva Munari, nel Livorno Calabresi sostituisce Ceccherini. Al 3′ i toscani pareggiano. Fallo di Ceppitelli un paio di metri fuori area su Comi. Punizione di Vantaggiato che perfora la barriera e s’infila nell’angolino destro di Storari. Il Cagliari ha un minuto di leggero sbandamento, poi riprende in mano il possesso del gioco. E inizia la serie di occasioni da gol. Al 59′ Melchiorri fugge tutto solo, arriva solo di fronte al portiere ma anzichè tirare cerca un assist al centro, dove non c’è nessun compagno. Al 68′ spettacolare iniziativa di Farias, che si destreggia tra un nugolo di difensori e serve un assist al bacio per Sau, tutto solo al centro: tiro respinto miracolosamente da Ricci, Melchiorri scaraventa in rete, ma in chiara posizione di fuorigioco. Al 70′ ammonito Di Gennaro: diffidato, salterà la partita di sabato contro il Bari. Al 71′ ultimo cambio nel Livorno: Palazzi per Comi, mentre al 75′ entra Cerri per Sau. Al 79′ l’incredibile: angolo di Farias, sponda di Cerri, tiro di Melchiorri che incoccia il primo palo, poi schizza come un flipper sul secondo ed esce dallo specchio. Decisamente poco fortunato il centravanti rossoblù. L’ultimo tentativo rossoblù è di Fossati, con un tentativo da fuori area respinto con grande bravura da Ricci. Il Cagliari chiude in attacco, ma non passa e piano piano anche la stanchezza si fa sentire. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *