LA TRAGEDIA E L’AMAREZZA: DISTRUTTA DA UN INCENDIO LA SEDE DEL CIRCOLO “RINASCITA” A OBERHAUSEN IN GERMANIA


di Franco Sogus

Per tutti noi soci, famiglie e simpatizzanti del circolo culturale sardo “Rinascita” di Oberhausen quest’anno, a differenza di tanti gli altri è un Natale di tragedia e tristezza per l’incendio che ha distrutto la nostra sede. Una perdita enorme, un annichilimento completo! I ricordi, il nostro lavoro di quasi 40 anni che custodivamo con amore e orgoglio. Erano passati solo alcuni mesi da quando abbiamo dovuto lasciare la vecchia sede e una grande gioia e speranza era sorta nel trovare un locale abbastanza spazioso e accogliente: un ufficio per una consulenza sociale, per l’aiuto ai connazionali, per i problemi pensionistici e tanti altri lavori che riguardano l’emigrazione Italiana e che oggi  non riescono a portare avanti senza il nostro aiuto. E IL patronato ITAL-UIL ha dato un enorme aiuto sia finanziario che nel campo della consulenza. Un ufficio per la presidenza della Federazione per tutti i lavori di intermediazione fra la Regione Sardegna e circoli sardi in Germania e tutte le problematiche interne fra I circoli legati ai programmi e ai progetti culturali. Un ufficio per il Circolo e in particolar modo per i nostri  soci una sede di ritrovo. Con tanto sacrificio del direttivo e dei soci in pochi mesi siamo riusciti a realizzare un impresa inimmaginabile: ore di lavoro di volontariato, tantissime spese. Con tanto orgoglio in grande siamo riusciti a rendere un locale accogliente. In questi mesi devo dire che con il nuovo salone avevamo recuperato tantissime persone che negli ultimi tempi si erano un po’ allontanati. Fra cui amici sardi e soci simpatizzanti: un orgoglio immenso che mi ha rispedito con la memoria agli anni 80-90 e alla valenza di quell’epoca dei circoli sardi. Non riesco ancora oggi a credere come sia stato crudele il destino: il lavoro di tanti mesi di tante persone miserabilmente perso e in pochi attimi: tutto è andato  in fumo. Un semplice cavo elettrico mal funzionante e un corto circuito che ha distrutto tutto. Per l’Associazione che rappresento, ho pensato di scrivere a tutti Voi che siete vicini o lontani. L’esigenza di comunicare il nostro stato d’animo, nasce dall’esigenza drammatica di avere un po’ di solidarietà: un piccolo sostegno morale e finanziario, per aver la possibilità di trovare ancora una volta la forza di risollevarci. Con una nuova sede e  poter comprare almeno il necessario per andare avanti. Non chiedo altro che un pò di serenità in questi giorni d’avvicinamento al Natale per tutte le famiglie legate al circolo “Rinascita”

6 risposte a “LA TRAGEDIA E L’AMAREZZA: DISTRUTTA DA UN INCENDIO LA SEDE DEL CIRCOLO “RINASCITA” A OBERHAUSEN IN GERMANIA”

  1. Ciao Franco, ti sono vicina in questo monento drammatico! Sono vicina a te, tutti i soci drl Centro e al Presidente di Federazione. Immagino quanti sforzi dovrete fare per sistemare le cose e far rinascere il circolo e spero che tutti insieme si riesca a farlo nel minor tempo possibile.io dal mio canto vedrò come potervi aiutare. Vi stringo tutti in un forte abbraccio e ricambio gli auguri per un sereno Natale!

  2. Caro Franco, le fiamme che in pocchi minuti hanno divampato il vostro Circolo, e` una brutta notizia che tocca i sentimenti di tutti gli emigrati sardi che vivono in Olanda e non solo….quelli emigrati che sanno cosa significa fare sacrifici e portare avanti, attraverso il volontarito le attività dell’ associazionismo sardo in Germania, in Olanda e ovunque dove sono costituiti le nostre associazioni/Circoli. Spero tanto che riusciate a trovare la forza per andare avanti e recuperare tutto quello che avete perso, e poter quanto prima possibile festeggiare l’apertura della nuova sede. NOI VE LO AUGURIAMO! Caro Franco, cercherò di fare il mio meglio e di esservi vicino in questo difficile momento! UN ABBRACCIO A VOI TUTTI ! Dall’Olanda

  3. Ciao Franco, mi dispiace tanto per quello che e’ sucesso al vostro Circolo Sardo di Oberhausen,dopo tutti gli sforzi che avete fatto per sistemarvi e vedere andare in fumo tutto la mia solidarieta a tutti i sardi di Oberhausen,auguro a voi un santo natale e la forza di ricostruire il circolo funzionante come prima.

  4. non trovo parole nel sapere che tanti sacrifici di attivisti soci e simpatizanti sono andati distrutti in un attimo. Al Circolo di Oberhausen al direttivo la mia solidarietá e una certezza nella vostra volontá e opera che il Circolo Rinascita rinascerá subito e piú forte di prima. coraggio, é duro, ma a tutto si trova un rimedio…

  5. Caro Franco , Cari Amici del Circolo Sardo Rinascita di Oberhausen,
    sono molto dispiaciuto per l’ accaduto, mi rendo conto del vostro disagio nel vedere che tutto il lavoro di ristrutturazione che avevate con non pochi sacrifici appena fatto e andato distrutto.
    Trovo buona l’ idea per raccogliere i fondi necessari al nuovo restauro. Certamente potete contare sulla mia adesione.
    Sono sicuro che con la vostra forza e abnegazione riuscirete a guardare al futuro ancora con fiducia e serenità , anche se sarà molto difficile.
    Forza Paris e pronta “ Rinascita ”alla vostra Associazione culturale.
    A tutti un caloroso saluto e un abbraccio forte.

  6. Cari Amici del circolo Rinascita di Oberhausen in Germania
    qualche giorno fa mio Paesano Mannai mi ha comunicato del disastro avuto nella sede sociale appena ristrutturata… certamente che anche a noi dispiace tantissimo per tutto quello che sia successo, anche noi nel marzo del 2013 abbiamo avuto un allagamento del tubo centrale dell`acqua distruggendo piano superiore, piano terra con le cantine danno di oltre 60mila franchi circa 60 mila euro… ci siam dovuti rabboccare le mani per rimetterla in piedi… auguri che anche voi riusciate in breve tempo rimetterla in sesto… visto che stiamo scrivendo per solidarietà a Sardi che vivono il nostro problema consentiteci di aggiungere un piccolo trafiletto da far notare a chi ci governa in Italia & Sardegna..
    pensiamo sia ora di dire basta ai calci in faccia dai governanti in patria ed anche a chi rappresenta nelle federazioni ed anche consulta… già negli anni ottanta in un convegno a Baden Svizzera avevamo proposta alla lega sarda di allora ( oggi federazione ) di scendere a Cagliari per manifestare contro la disattenzione la discriminazione del governo regionale nei confronti dei sardi all`estero. L`idea, però che questa protesta avrebbe potuto portare al taglio dei contributi regionali per i circoli sardi. spinse i responsabili delle federazioni dei circoli a desistere da tali azioni e godersi, invece, il blues delle promesse della RAS e costretti , così, a diventare clienti " pedidores" degli assessori di turno… non ci dilunghiamo oltre…
    rinnoviamo al circolo do Oberhauser che in quel circolo abbiamo tanti amici… fraternamente
    Giovanni Urracci Presidente del circolo sardo Amsicora di Birr CH

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *