PAREIDOLIA


poesia di Cristoforo Puddu

Bambino,

dentro un ludico abbaglio

 di simili figure care

dai contorni conosciuti,

catturavo l’idea di volti

sul pavimento di graniglia:

ogni artigiano quadrello

  una sorpresa racchiusa.

E sfidando in scoperte

osservavo curioso

così come il vento

modella le nuvole

e ammonticchia la sabbia

o l’umido lavora sulle putrelle.

Ed ancora giocoso mistero

 custodisco in ricordi.

*pareidolìa s. f. [comp. di para2 e gr. ??????? «immagine»]. – Processo psichico consistente nella elaborazione fantastica di percezioni reali incomplete, non spiegabile con sentimenti o processi associativi, che porta a immagini illusorie dotate di una nitidezza materiale (per es., l’illusione che si ha, guardando le nuvole, di vedervi montagne coperte di neve, battaglie, ecc.).  (Vocabolario on line Treccani)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *