MANAGER DI UN RISTORANTE A NOTTING HILL: LA STORIA DI DAVIDE SERRA, 27ENNE CAGLIARITANO CHE VIVE A LONDRA

Davide Serra

di Stefania Lapenna

Davide Serra , 27 anni cagliaritano, è diplomato come perito meccanico, ma da dodici anni lavora nel settore della ristorazione e sta per celebrare il suo terzo anno a Londra. Tutto è cominciato dalla classica esperienza di chi va in Inghilterra a lavorare come cameriere. Poi, la svolta: oltre ad essere assunto da una grande compagnia di ristorazione, la Soho House,  è diventato manager di “Egg Break” , un ristorante aperto quattro mesi fa nel quartiere di Notting Hill.

Qual è la motivazione principale per la quale hai scelto Londra per lavorare nel mondo della ristorazione? Sono una persona che ama vivere situazioni stimolanti e non smettere mai di imparare qualcosa di nuovo. Ho sempre visto Londra come una realtà in cui poter realizzare i miei sogni ed obiettivi . Inizialmente, la ristorazione sarebbe dovuta essere solo un trampolino di lancio per poi cercare dell’altro. Poi, però. mi ci sono proprio appassionato.

Di cosa ti occupi esattamente? Lavoro in un ristorante a Notting Hill, noto quartiere londinese. Ho una posizione manageriale. In pratica, mi occupo di gestire il servizio in ogni sua sfumatura, motivare lo staff e assicurarmi che i clienti lascino il nostro locale pienamente soddisfatti. ‘I make it happen’ : qualunque cosa ci sia da fare, io non mi tiro indietro. Siamo una squadra e lavoriamo per lo stesso obiettivo. Sto preparando un training per il mio team riguardo tutte le fasi del servizio, con lo scopo di migliorare l’esperienza che vogliamo dare ai nostri ospiti, velocizzare il servizio e raggiungere di conseguenza gli obiettivi economici dati dalla compagnia.Tutto è in prospettiva del business.

Hai trovato molti ostacoli nel tuo percorso di crescita professionale da quando vivi in Inghilterra? Come molti altri che fanno un’esperienza all’estero, all’inizio l’ostacolo più grande è stato la lingua. Tuttavia, giorno dopo giorno si impara sempre una parola nuova. Certamente lavorare a stretto contatto con i clienti e colleghi di varie nazionalità mi ha dato una grande mano a migliorare il mio inglese.

Cosa ti piace di più e cosa di meno di Londra? La vita a Londra presenta molti aspetti positivi. A parte l’efficienza e l’organizzazione dei mezzi di trasporto pubblici ed il rispetto che i cittadini hanno per le regole, la città offre veramente tanto: ristoranti, pub, attrazioni e musei. Vengono sempre organizzati eventi per tutti i gusti. Insomma, un vero e proprio Luna Park per adulti. Tutto ciò permette di fare nuove conoscenze ed esperienze. Ovviamente, non tutto è rose e fiori. Londra è una metropoli immensa ed io trascorro più di un’ora al giorno in metropolitana. Spesso, dopo il lavoro, capita di perdere l’ultimo treno e con l’autobus impiego circa un’ora e mezzo per tornare a casa. Di conseguenza, diventa un sacrificio anche riuscire a incontrare un amico per un caffé.

Cosa ti manca della Sardegna? Sicuramente la famiglia, gli amici ed il sole. Ma, ancora di più, mi mancano l’Ichnusa e il panino dai cosidetti “caddozzoni” !

http://www.vistanet.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *