RULLO COMPRESSORE AL SANT’ELIA, IL CAGLIARI STENTA IN TRASFERTA: UN PUNTO A PERUGIA PER UN BRUTTO 0 A 0


Pareggio esterno per i rossoblù nel turno infrasettimanale. 0-0 a Perugia, su un campo minato, dove nessuno sinora ha mai vinto, non solo, ma non è ancora riuscito a segnare un gol. Era una sfida difficile, contro una squadra solida e aggressiva, attenta a chiudere tutti i varchi. Il Cagliari ci ha provato, a vincere la partita; ha preso in mano le redini dell’incontro sin dal fischio d’avvio, le ha provate tutte per sfondare la resistenza umbra, ha anche costruito almeno quattro palle gol nitide, ma a dispetto dei suoi sforzi non ha trovato la via del gol. Questo può essere il cruccio dei rossoblù: non avere sfruttato a dovere le poche occasioni concesse dal Perugia. E’ un punto comunque che ci può stare su un terreno tanto complicato e che permette al Cagliari di rimanere incollato alle zone altissime della classifica, raggiunto dal Cesena in classifica, ma sempre ad una lunghezza dal Crotone ancora capolista. Rastelli sceglie Tello dal 1’, con Fossati in panchina: per il resto, fiducia alla squadra vittoriosa sul Trapani. I rossoblù partono a razzo: un errore di Belmonte, che tocca il pallone di testa all’indietro, libera Melchiorri davanti a Rosati, bravissimo il portiere perugino a chiudere lo specchio di piede sul tiro del bomber. Poco dopo Farias si presenta solo davanti al portiere, ma la conclusione del brasiliano è neutralizzata da Rosati in uscita. Il Perugia inizia a prendere corpo a metà del tempo e la gara si fa più equilibrata. Le occasioni latitano, il gioco ristagna a centrocampo. Al 43’ grosso brivido per il Cagliari: Zebli conquista palla al limite dell’area, tocco per Ardemagni, tiro sul quale Storari sembra esserci, ma sulla traiettoria c’è Ceppitelli, che devia il pallone sul palo. Prima della fine del tempo, Melchiorri serve Joao Pedro in piena area, sinistro di prima intenzione, Rosati ribatte di piede all’altezza del primo palo. Subito doppio cambio per Bisoli all’intervallo, con Drole e Taddei per Fabinho e Spinazzola. Rastelli opera la prima sostituzione al 58’: dentro Giannetti per Joao Pedro, con Farias arretrato a trequartista. Al 71’ entra Barella per Melchiorri. Il Cagliari spinge, fa circolare bene la palla, ma fa fatica ad alzare i ritmi. Merito anche del Perugia, attentissimo e determinato. Molti i contatti a centrocampo, gioco spezzettato. Rastelli butta nella mischia Fossati per Tello. Il nuovo entrato, ex di turno, si fa vedere subito con un tiro in corsa da fuori area, parato in due tempi da Rosati. A otto minuti dal termine, mischia paurosa in area rossoblù sugli sviluppi di un angolo: Della Rocca serve Volta che cicca il tiro, ribatte un difensore, la palla si alza, girata di Pargini contenuta da Ceppitelli, poi raccoglie Storari. All’86’ il Cagliari va vicinissimo al gol: splendido cambio di campo per Dessena a pescare Giannetti, perfetto il controllo dall’interno dell’area, tiro a giro, alto di un niente. Sull’ultimo calcio d’angolo a favore, battuto da Farias e respinto dalla difesa perugina, si spengono le ultime speranze dei rossoblù di portare a casa l’intera posta in palio. 0-0, adesso il Cagliari si prepara al doppio turno casalingo, lunedì prossimo col Vicenza e sabato 7 col Modena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *