LE ATTIVITA’ CON GLI EMIGRATI SARDI A SOFIA: AUTUNNO “MADE IN SARDINIA” IN BULGARIA

Alla fiera di Sofia, il direttivo del circolo "Sardica" in compagnia dell'Ambasciatore

di Paolo Armosini

Botto autunnale per il Circolo Sardica di Sofia, che inaugura la stagione con una serie di eventi molto interessanti, e non poteva essere altrimenti visto l’impegno profuso dal Circolo che con il suo Presidente Generale Vacca coadiuvato  dal suo vice il Dottor Calia, da sempre operano in Bulgaria per divulgare l’arte e le tradizioni sarde con gemellaggi e partecipazioni di personalità sarde; grazie a questo impegno, il sodalizio sardo, agli inizi dell’anno ha avuto un giusto riconoscimento sul piano nazionale ed europeo con la nomina del Signor Carlo Manca, suo dirigente alla Consulta sull’Emigrazione che con Franco Siddi ed Elio Turis completano il trio di esperti nominati dal Consiglio regionale sardo. Gli eventi autunnali iniziano con la Pittura e quindi l’esordio Bulgaro di un’artista della Sardegna ormai affermata in ambito nazionale (partecipazione nell’ambito dell’Expo di Milano nella mostra “ Gli eclettici “), Viola Vistosu, modella pittrice che oltre a una mostra a Sofia patrocinata dall’Istituto Italiano di Cultura e dalla camera di commercio italo/bulgara, nella sede del Circolo Sardica, rappresenterà l’Italia nella città di Pernik, città bulgara gemellata con la provincia di Nuoro, dove tutti gli anni ha luogo la più grande manifestazione artistica dei Balcani.

Altro appuntamento molto attuale per il tema trattato è la mostra fotografica del giornalista sardo Roberto Mulas, il quale venerdì 9 ottobre, presenterà ed esporrà una serie di fotografie riguardanti il tema dell’emigrazione, titolo della mostra dibattito “ I nuovi profughi del XXI secolo“, interverranno alla manifestazione esperti internazionali e rappresentanti di associazioni umanitarie che prestano assistenza ai profughi. Il tema trattato è l’immigrazione, con foto realizzate nei campi profughi della Turchia, della Siria, dell’Iraq oltre a servizi dalla Sardegna.

Sempre a ottobre un interessante convegno-dibattito “Previdenza Sociale oggi e domani “, su pensioni e su norme previdenziali, interverranno a Sofia personalità dell’INPS nazionale, regionale e provinciale Sarda, oltre ai massimi dirigenti dell’AITEF nazionale e Antonino CASU presidente regionale  AITEF Sardegna.

Gli eventi terminano con un classico Sardo a Sofia e cioè il premio Alziator , che al secondo appuntamento a Sofia col Dottor Porcelli e il vincitore di questo premio letterario,lo scrittore giornalista  Giorgio Pisano, con “La verità imperfetta” e la scrittrice giornalista  Maria Francesca Chiappe   con  “Carezze di sangue”  confermerà l’interesse dei letterati bulgari verso la cultura sarda , le date sono ancora da stabilire.

Da segnalare la collaborazione e il patrocinio alle manifestazioni del Circolo Sardica con l’Istituto Italiano di Cultura che con la Sua Direttrice Luigina Peddi manifesta grande sensibilità a tutte le manifestazioni culturali sarde in Bulgaria,  e con la camera di commercio italo/bulgara, presieduta da Marco Montecchi, grande estimatore della Sardegna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *