IL RAGAZZO DALL’ORECCHINO DI PERLA: LE REGOLE NON RISPETTATE E IL GESTO DISEDUCATIVO DEI GENITORI


di Romina Fiore

Il Regolamento dell’Istituto Alberghiero di Arzachena prevede che gli alunni evitino di portare piercing, orecchini ed altri orpelli che non rappresentino un abbigliamento consono e adeguato all’istituzione scolastica e, soprattutto, non garantiscano l’igiene personale e la salvaguardia di ambienti salubri. Si può discutere su una norma forse esageratamente restrittiva, ma che è stata approvata dal Consiglio di Istituto e, come tale, va rispettata.

Qualche giorno fa un alunno, infrangendo quella disposizione, pretendeva di entrare a scuola coi suoi piercing ma è stato allontanato costringendo il Dirigente a ricorrere alle forze dell’ordine per far rispettare la norma deliberata.

Il padre dell’alunno, evidentemente convocato anch’egli per fronteggiare la situazione problematica, trovando incomprensibile quel divieto, si è schierato in maniera netta col ragazzo

I genitori che, avvalorando la ribellione del figlio, ne hanno giustificato l’infrazione delle regole affinché il pargolo diciottenne avesse accesso all’edificio hanno optato, fra tutti quelli che avevano a disposizione, per il gesto più diseducativo.
L’eco mediatica della vicenda sembra dare ragione al ragazzo e ai genitori, anziché ad una scuola che stabilisce regole e adeguate sanzioni per la loro violazione.

Sterili ribellioni verranno sdoganate e tanti altri alunni si sentiranno autorizzati a sgangherare norme già stabilite, dove il problema non risiede nell’uso o non uso del piercing, bensì nel mancato rispetto di una norma e nel diritto di fregarsene.

I genitori dello studente dimenticano che a scuola nuovi alunni arriveranno e molti andranno via… ma quel figlio, convinto che le norme non vadano rispettate ma cambiate a suo piacimento, se lo dovranno tenere per tutta la vita.

Domani, probabilmente, infrangerà anche quelle decise da loro.

Mamma e papà non rammaricatevi: gliel’avete insegnato voi.

http://www.sardegnablogger.it/

Una risposta a “IL RAGAZZO DALL’ORECCHINO DI PERLA: LE REGOLE NON RISPETTATE E IL GESTO DISEDUCATIVO DEI GENITORI”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *