LA SARDEGNA AL FESTIVAL DI CASTROCARO: STEFANO CORDA SI AGGIUDICA IL QUARTO POSTO

Stefano Corda

di Carmen Salis

Erano in tanti ad attenderlo al suo arrivo a Elmas: amici, parenti e conoscenti orgogliosi del risultato ottenuto alla 58° edizione del Festival di Castrocaro. Il cantautore di Assemini, Stefano Corda, proveniente dal concorso regionale “One Song 1° edizione 2015”, ha conquistato le giurie dei casting, master, selezioni e della semifinale con il brano scritto da  lui, Luca Soddu e dal compositore Salvatore Tozzi, “Ritorno al principio”, portando a casa un quarto posto. Brano che e già disponibile negli store musicali online e che è il terzo brano più scaricato delle ultime edizioni del festival di Castrocaro.

Ascolti alti per la diretta su Rai1 del 29 agosto (13,93 di share circa oltre 2milioni di persone) che vedeva contendersi il posto in finale 2 sardi: Ambra Falconi e appunto Stefano Corda.

Stefano, come e quando nasce la passione per il canto?

Sono cresciuto ad Assemini  e sono titolare di un salone di bellezza a Decimomannu da 2 anni. Sin da piccolissimo intonavo le mie canzoncine, perché da quando ero in culla si può dire ascoltavo musica. Da grande intenditrice e appassionata mamma Rosa mi ha fatto crescere con le migliori canzoni degli anni ’60 e ’70, partendo dalla grande Mina, Massimo Ranieri e via dicendo. Intorno ai 5-6 anni chi mi stava accanto ha incominciato a sentire che forse c’era del talento o quantomeno una buona intonazione, e tra queste c’era  un’insegnate di canto che mostrò interesse per la mia voce. Un bel giorno Piero Collu, insegnante nel serale della scuola media Giovanni Pascoli e anche direttore della scuola di musica Peter’s Day di Assemini, me lo ritrovai come professore di musica nella mia classe. Lui studiò un percorso e creò un gruppo dopo la morte del grandissimo Fabrizio De Andrè, dove io e mia cugina eravamo i solisti principali. Sei anni di concerti, piazze, concorsi nazionali tra cui il più famoso omaggio a Fabrizio De Andrè di Caltanissetta dove ci siamo aggiudicati il premio su 150 gruppi partecipanti. Questa è stata una tra le esperienze più belle della mia vita che ha dato un grosso contributo alla mia crescita professionale…

Stefano per te cos’è il canto?

Per me il canto è tutto, non bisogna per forza essere sopra un palco: io canto sotto la doccia, mentre pulisco casa,  mentre lavoro, mentre sono in strada e passeggio, insomma non c’è un luogo specifico in cui far musica. Il canto, la passione è una cosa che nasce spontanea, un dono, un qualcosa che tu hai che però va sempre accompagnato dallo studio. Per questo è importantissimo per una continua crescita professionale non fermarsi mai nell’investire il tempo, gli sforzi, anche economici per migliorare e migliorarsi. Per me la musica è emozione,  e queste appunto non devono mai mancare. Con la musica esprimo tutti gli stati d’animo: dolore, rabbia, felicità,  preferisco cantare una canzone che in quel momento mi detta il mio stato d’animo piuttosto che fare una chiacchierata con qualcuno.

Come sei giunto all’esperienza di Castrocaro?

Mi sono aggiudicato il premio della direzione artistica del “Sardinia Voice contest – One Song 1° edizione”. Luca Soddu, direttore artistico dello stesso, mi contattò avendomi sentito cantare e mi chiese se ero interessato a parteciparvi. Accettai anche perché era un modo come un altro per sfidare me stesso e confrontarmi con colleghi più o meno bravi. Con i concorsi ero fermo da un po’ di tempo e visto che mi è sembrato un evento abbastanza ben organizzato e serio, la mia iscrizione arrivò quasi immediatamente. Quest’anno  la stessa manifestazione mi vedrà come conduttore e vocal coach insieme a Eleonora Dessì e agli assistenti Nikola Marini e Anna Cozzolino (altri due cantautori con cui l’organizzazione One Song sta  lavorando per i loro inediti). Conduttore  con Luca Soddu: non so quanto possa reggere il paragone ma anche queste saranno esperienze che mi insegneranno e con il quale crescerò!

Cosa senti di consigliare a chi vorrebbe intraprendere questa carriera?

Devono valutare con attenzione a chi affidarsi, scegliere sempre quello che è alla propria portata e che realmente possa insegnare qualcosa in più. Imparare a osservare, ascoltare e affidarsi sempre a dei professionisti. E ancora, a tutti quelli che vogliono iniziare a intraprendere una carriera musicale da cantante o cantautore, consiglio di ricordarsi che prima di essere musicisti e cantanti, siamo delle persone, e le persone più umili sono quelle che andranno sempre avanti.

Progetti per il futuro?

Stiamo terminando la lavorazione del disco “Ritorno al principio” che a breve, oltre ad essere scaricato dagli store si potrà acquistare direttamente nei negozi musicali partner. Sarò come già detto, conduttore insieme a Luca Soddu nella 2° edizione 2015 One Song, e poi  chissà sè…  Sanremo è sempre Sanremo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *