“L’ACQUA LIBERATA”, IL NUOVO LIBRO DI ELVIRA CORONA: VIAGGIO NEL CILE DEL CAMBIAMENTO


redazione Tottus in Pari

E’ in libreria “L’Acqua liberata – Bloccate le megadighe in Patagonia: una storia di successo. Viaggio nel Cile del cambiamento.” Di Elvira Corona edito da EMI. Elvira nata a Cagliari, dove si è laureata in Scienze politiche prima di conseguire il master in Economia non profit e Cooperazione allo sviluppo a Ferrara. Ha lavorato a Milano per alcune realtà del no profit ma da un po’ di anni cerca di fare la giornalista free lance occupandosi soprattutto di America Latina. Ha avuto occasione di lavorare e vivere per lunghi periodi in Ecuador, Argentina e Brasile. Ha scritto per testate online italiane e latinoamericane come Unimondo.org e Alainet.org. E’ autrice del libro/reportage “Lavorare senza padroni” viaggio nelle imprese recuperadas d’Argentina – Emi edizioni. Recentemente ha pubblicato in ebook Sí, se puede! Viaggio nell’Andalusia della speranza oltre la crisi.. Quando non in viaggio vive in Sardegna.

Incipit al libro: che direste se arrivasse uno in casa vostra e in nome del suo guadagno cominciasse a smontarvi tetto, porte e finestre per ottenere legname e mattoni da mettere in vendita? E che gli direste se di fronte alle vostre proteste rispondesse che conviene anche a voi perché userà voi come manovali per la demolizione? Pensereste di trovarvi di fronte a un folle, eppure è la fotografia del sistema di oggi che non solo demolisce il pianeta per il profitto immediato, ma afferma perfino che si tratta di sviluppo e progresso. Il sistema fa di tutto per trasformare la follia in normalità, addirittura in virtù, ma molte comunità hanno conservato il senso della ragione e difendono con tutte le loro forze la natura e i beni comuni. Questo libro racconta della resistenza organizzata in Cile per impedire a Endesa, che poi è Enel, di dare un altro duro colpo alla Patagonia, manomettendo i corsi d’acqua per la costruzione di una diga che avrebbe conseguenze incalcolabili per la natura. Un esempio da replicare su scala locale e globale semplicemente per garantirci un futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *