INCONTRO CONVIVIALE A L’AQUILA PER I SOCI E GLI AMICI DELL’ASSOCIAZIONE “DIMONIOS”: UNA FESTA PRIMA DELLA PAUSA ESTIVA E PER PARLARE DEI PROGRAMMI FUTURI


di Valencia Saba

“Dopo l’incontro a Francavilla avvenuto a maggio, finalmente quello tanto atteso del 28 giugno a L’Aquila. Il luogo è il ristorante “L’isola che non c’era”, con una vasta sala che ha accolto più di cento convitati. I protagonisti sono stati la Sardegna, l’amicizia e l’allegria. Ancora una volta, si è rinnovato il piacere di stare insieme a vecchi amici facendo nuove conoscenze che resteranno nel cuore. Flavia Zucca, Sergio Mucelli e Maurizio Murgia sono stati gli squisiti padroni di casa dell’evento, organizzatori efficienti di una bella giornata da ricordare. Il ricco menù era composto da vari antipasti a base di salumi e formaggi con verdure grigliate, malloreddus alla campidanese, boscaiola profumata al tartufo, agnello in umido, maialetto arrosto, insalata variegata e, per concludere, non poteva mancare quella che è ormai la “torta del Circolo”, col nostro logo esclusivo “Dimonios”. Il Direttivo era al completo, eccetto il nostro Manuel impegnato col lavoro: è una gioia muoverci in Abruzzo e Molise per incontrare i nostri fratelli sardi. Il Circolo sta fiorendo, ancora nuovi tesserati e tante prospettive per il futuro. Anche stavolta vi sono stati canti e balli, con una chicca finale: il tesoriere del Circolo, Giuseppe Pisu, si è esibito con Rosanna Succu in un ballo sardo, lui abbigliato con l’abito quotidiano tradizionale e lei col costume di Tonara dai variopinti ricami. Una sorpresa che ha reso tutti felici, entusiasti anche per la bravura dei ballerini l’incontro è stato caratterizzato dalla solidarietà con la protesta per l’immotivata chiusura della miniera di bauxite di Olmedo e la richiesta di salvaguardare 35 posti di lavoro e l’indotto. Essere sardi significa anche essere vicini ai nostri fratelli che soffrono. Da aggiungere che durante la giornata siamo stati accompagnati dalla fisarmonica suonata con perizia da un bravo artista abruzzese. Canti tradizionali italiani, perché non dimentichiamo di essere non solo sardi, amiamo interagire con la realtà in cui viviamo. Il processo d’integrazione è reciproco, non pochi di noi hanno partner abruzzesi, molisani o “continentali” che partecipano con piacere alle attività del Circolo. Dopo una intensa giornata, il ritorno a casa, col desiderio di condividere ancora bei momenti con i nostri conterranei. A luglio e agosto per molti di noi ci sarà il ritorno vacanziero nella nostra amatissima isola, poi i prossimi appuntamenti: il 23 agosto la mostra del maestro Atzeni all’Aurum di Pescara, a settembre il pranzo a Termoli, con gli amici residenti in Molise. Il Direttivo, con la presidentessa Emily Congiu in testa, augura ai membri e simpatizzanti del circolo vacanze serene, nella speranza di poter placare per un po’, almeno per chi si recherà in Sardegna, la nostalgia per la nostra meravigliosa terra. Anche chi resterà qui potrà egualmente frugare nello scrigno dei preziosi ricordi che ci legano all’isola del nostro cuore. A presto, e ancora una volta “FORZA PARIS!” 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *