FABER IN SARDEGNA & L’ULTIMO CONCERTO DI FABRIZIO DE ANDRE’: GRANDE SUCCESSO DELL'ULTIMO FILM DI GIANFRANCO CABIDDU


di Bruno Culeddu

Straordinario successo per “Faber in Sardegna & L’ultimo concerto di Fabrizio De André”. Nei soli due giorni di proiezione del 27 e 28 maggio, il documentario musicale di Gianfranco Cabiddu ha conquistato subito il pubblico e incassato 300.000 euro, piazzandosi al secondo posto del box office con la miglior media per copia del mercato cinematografico italiano e sopravanzando nettamente i blockbuster hollywoodiani “Tomorrowland – Il mondo di domani e “Mad Max: Fury Road”. L’eccezionale risultato ha indotto l’amministratore delegato di Microcinema Roberto Bassano a rilanciarne la proiezione ordinaria in tutta Italia a partire da giovedì 4 giugno. Dopo “Disamistade”, che gli è valso la candidatura al David di Donatello e ai Nastri d’Argento come miglior regista esordiente, “Il figlio di Bakunin”, tratto dall’omonimo romanzo di Sergio Atzeni, “Disegni di sanguee il documentario “Passaggi di tempo“, “Faber in Sardegna & L’ultimo concerto di Fabrizio De André” conferma il talento di Gianfranco Cabiddu e il suo ruolo preminente nella cinematografia sarda. Il regista cagliaritano ha così commentato il felice esordio del suo ultimo lavoro: «Voglio dedicare questo successo a Fabrizio De André e alla sua famiglia. E alla Sardegna. Il risultato ottenuto dimostra che questo straordinario cantautore ha lasciato un segno indelebile con la sua arte. Ci sono periodi in cui magari non si parla molto di De André, ma appena esce qualcosa che è legato alla sua figura si capisce il grande amore del pubblico nei suoi confronti. Proprio come è avvenuto in questo caso, con un racconto intimo del suo rapporto speciale con la Sardegna». Faber in Sardegna & L’ultimo concerto di Fabrizio De André” è un film dalla doppia anima che unisce armoniosamente l’ultimo indimenticabile concerto del cantautore genovese, ripreso dal vivo al Teatro Brancaccio di Roma, con il racconto del complesso rapporto tra Fabrizio De André e un luogo speciale come l’Agnata. Tottus in pari, coerentemente alla linea che la vede sempre impegnata  a sostenere la nostra cinematografia, assiste con grande orgoglio e soddisfazione allo strepitoso successo di un grande regista sardo e di un’opera che testimonia l’ultimo concerto di un grandissimo cantautore che molto ha amato la nostra Terra. A tutti i fan, appassionati, simpatizzanti, nostalgici e amici della Sardegna diamo appuntamento al cinema a partire dal 4 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *