PREMIO PER GIANLUCA COTZA ALLA GALLERIA D'ARTE MODERNA DI TORINO PER LA POESIA "SANTANDRIA"

Gianluca Cotza

Gianluca Cotza è stato premiato alla Galleria d’Arte Moderna di Torino, nell’ambito del Premio nazionale Piemonte Letteratura: ha ricevuto una menzione d’onore della giuria per la poesia “Santandria”, una composizione IN LIMBA . Una riflessione di una persona non definita che ha perso qualcuno di non definito (es. un genitore che ha perso un figlio e viceversa) nell’alluvione sull’isola nel Novembre 2013, e che quando torna novembre si trova a rivivere quelle emozioni, quel dolore.

SANTANDRIA (in memoria de sos mortos pro su disàriu in Sardigna- Santandria 2013)

Ammutidos montes, nèbida che manta, pasiant

E su sole abbaida e rie.

Sos armentos falant, sos castanzos ispozant,

faghent su logu pro su nie.

Butios dae su chelu proent in sa ‘era sidida,

Istratzada dae s’istiu.

Sos sirbones fuent , gràidos de abba  e timoria

Gai sos puzones in su niu.

Nuscu de lidone, fumu ‘e linna leviu s’arziàda

E totu est frittu, inghiriu a mie.

Pensamentos torrant, sos ammentos abruxiant:

“durche amargura” ‘e Santandria.

Soe unu sole chi non rie, soe unu monte chene nie.

Deo soe perdidu, chene tie,

Anima in su chelu

NOVEMBRE (In memoria delle vittime dell’alluvione in Sardegna-Novembre 2013) 

Silenziosi monti, la nebbia come coperta, riposano

Mentre il sole guarda e ride.

 

Discendono le greggi, si spogliano i castagni:

Preparano il posto per la neve.

 

Gocce dal cielo piovono sulla terra assetata,

Straziata dall’estate.

 

Fuggono  i cinghiali, pregni d’acqua e di paura,

E così gli uccelli nei loro nidi.

 

Profumo di corbezzolo. 

Il fumo di legna sale, leggero,

E tutto è freddo, intorno a me.

 

Ritornano pensieri, bruciano i ricordi:

“dolce amarezza” di Novembre.

 

Sono un sole che non ride, sono un monte senza neve:

Io sono perso, senza te,

Anima nel cielo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *