BANDIERE BLU: IN SARDEGNA SONO OTTO LE SPIAGGE PREMIATE. REGINA DEI MARI D’ITALIA E’ LA LIGURIA CON 23 LOCALITA’

prima Bandiera Blu per Castelsardo

Come tutti gli anni farà discutere l’assegnazione delle bandiere blu ad opera del Fee (Foundation for environmental education): la Sardegna è settima in Italia con 8 spiagge premiate, una in meno dello scorso anno. Il riconoscimento va a Tortolì, Santa Teresa di Gallura-Rena Bianca, La Maddalena-Punta Tegge/Spalmatore, Palau-Palau Vecchio/Sciumara, Oristano-Torregrande, Quartu Sant’Elena-Poetto e le new entry Castelsardo e Sorso.

Le bandiere blu vengono assegnate in base a determinati criteri guida dallo spirito ‘verde’. Regina in Blu della prossima estate è la Liguria dove la bandiera potrà sventolare in 23 località (3 nuovi ingressi); a seguire la Toscana con 18 località e le Marche con 17. In Campania si arriva a 14 bandiere grazie anche a un nuovo ingresso; stesso discorso per la Puglia che arriva ad 11. L’Emilia Romagna rimane a quota 9. Quindi finalmente la Sardegna, con 8 riconoscimenti come l’Abruzzo il Veneto e il Lazio.

La Sicilia scende a 5 bandiere (ne perde due e ne conquista una); la Calabria 4, il Molise 3, il Friuli Venezia Giulia ne conferma 2, la Basilicata 1. Quest’anno c’è un incremento per i laghi: 1 bandiera per la Lombardia, 2 per il Piemonte che ne riconquista una e 5 per il Trentino Alto Adige. I criteri guida per l’assegnazione delle Bandiere Blu vanno ”dall’assoluta validità delle acque di balneazione” (devono avere una qualità ‘eccellente’) all’efficienza della depurazione, dalla raccolta differenziata alle aree pedonali, piste ciclabili e spazi verdi, fino alla dotazione di tutti i servizi sulle spiagge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *