AD USELLUS, IL RADUNO NAZIONALE “UNUCI”DI GARA SPORTIVA A CARATTERE MILITARE


di Gian Piero Pinna

L’Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia, sezione di Oristano della Circoscrizione Sardegna, lo scorso 3 maggio, ha organizzato un Raduno regionale, per la disputa di una gara sportiva a carattere militare di marcia, nella località di S’Arrosciu, sita nella porzione del Monte Arci che ricade nel territorio del Comune di Usellus. che ha visto gareggiare un consistente numero di partecipanti. Al raduno erano presenti pattuglie composte da ufficiali in congedo delle Sezioni UNUCI di Cagliari, Sassari, Oristano, Iglesias, Carbonia e pattuglie in sevizio attivo della Guardia Forestale e della Croce Rossa Italiana. Per la riuscita dell’evento, determinante è stato l’apporto delle professionalità dell’Ente Foreste e la disponibilità dell’Amministrazione comunale di Usellus della quale era presente il sindaco Felice Atzori. Puntualmente dopo la breve cerimonia dell’alzabandiera, le pattuglie iscritte alla competizione, con mappe, bussole e altri strumenti vari, sono partite per compiere una missione simulata che doveva articolarsi in un percorso misto su circuito collinare di circa 6 chilometri, che partendo dal capo base di S’Arrosciu, doveva toccare le località di Campu Massidda, Santa Lucia e fare ritorno. Di cosa si trattava la missione simulata, ce lo spiega il presidente del direttivo provinciale Unuci della Sezione di Oristano, Martino Fadda: “Le pattuglie dovevano individuare la località e il nascondiglio, costituito da una classica ” pinnetta ” dei pastori, dove teoricamente doveva trovarsi un ostaggio, che doveva essere liberato e scortato al campo base, da cui sarebbe stato trasferito in un luogo sicuro. Teatro delle operazioni, sono stati gli impervi sentieri delle montagne di Usellus – continua il presidente UNUCI di Oristano – in una gara regionale valevole per il trofeo ” Monte Arci 2015 “, che ha visto impegnati ufficiali in servizio e in congedo. L’UNUCI, inoltre – conclude il presidente Fadda – con la collaborazione congiunta del Ministero della Difesa e della Salute, sostiene e promuove anche l’Associazione per la donazione e il trapianto di organi”.

Tra i partecipanti al raduno, infatti, c’era anche il Presidente regionale   dell’Associazione Sarda Trapianti “Alessandro Ricchi”, Giampiero Maccioni,  che è anche presidente della sezione UNUCI di Iglesias, il quale ci ha spiegato  le funzioni dell’Associazione Sarda Trapianti, che è “composta soprattutto da trapiantati che, avendo avuto una seconda opportunità di vita grazie al dono del trapianto, si danno da fare, per accogliere ed assistere i pazienti e le loro famiglie e insieme ai sanitari, operano affinché l’opinione pubblica venga giustamente informata sull’argomento della donazione e del trapianto di organi”.

La pattuglia che è risultata vincitrice è stata quella di Stefano Andrisi di Cagliari, che ha concluso il percorso in un’ora e dieci minuti. Seconda classificata la pattuglia delle infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana di Cagliari, guidata da Zanda, che ha impiegato un’ora e venticinque minuti. Terza classificata la pattuglia UNUCI di Carbonia, guidata dal sottotenente Marcus, che ha completato il percorso in un’ora e trentasette minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *